La Formula 1 apre le porte a Mick Schumacher: titolo F3 ad un passo

Mick Schumacher si contende il titolo europeo F3 nelle ultime due tappe. La Formula 1 gli apre le porte: c'è l'interesse di Toro Rosso.

Mick Schumacher a Monza Getty Images

690 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quando ha iniziato la sua carriera nel motorsport si faceva chiamare con lo pseudonimo di Mick Betsch, usando il cognome da nubile di sua madre, per non esporsi come il figlio di Michael. Da allora Mick Schumacher ha cominciato un'inarrestabile scalata iniziata con i kart fino ad arrivare nella Formula 4 di ADAC dove ha iniziato a dichiararsi con il suo nome. Nel 2017 sbarca in Formula 3 con l'italianissimo team Prema, ottiene un solo podio, ma inizia a prendere le misure, tanto che quest'anno ha già collezionato 6 vittorie e 9 podi che valgono il momentaneo secondo posto in classifica a soli 3 punti dal leader del campionato europeo F3 Dan Ticktum.

Nell'ultimo round al Nurbugring ha vinto tre gare su tre mettendosi ad un soffio dalla vetta e conquistando i media internazionali. Vederlo correre in Formula 1 è il sogno di tutti gli appassionati del Circus, per tastare il dna da campione di suo padre Michael e sperare di poter rivivere il sogno di quei sette titoli iridati che hanno fatto la storia dello sport. Aldilà di un eventuale successo in F3, che lo proietterebbe nell'olimpo delle quattro ruote, Mick Schumacher potrà ottenere la superlicenza per guidare in Formula 1 concludendo nelle prime tre posizioni, una possibilità che potrebbe fare gola a qualche scuderia minore, dal momento che con sè porterebbe anche una scia di sponsor, oggigiorno vitali per scendere in pista nella massima serie.

Negli ultimi giorni è trapelata voce di possibili contatti tra l'entourage del giovane tedesco ed Helmut Marko, interessato a trovare un giovane pilota da affiancare a Daniil Kvyat in Toro Rosso. Schumi jr. pare non sia intenzionato a cedere subito alle sirene del Circus, optando invece per un periodo di transizione in Formula 2 oppure per il passaggio in GP3. Quel che è certo è che il 19enne è ad un passo dalla F1 e il sogno rivedere un Schumacher nel Mondiale è solo questione di tempo.

Spa e Nurburgring trampolino di lancio per Mick Schumacher

Mancano solo due tappe alla fine del campionato, sei round per decretare il campione europeo di F3, su due tracciati favorevoli al figlio d'arte: il Red Bull Ring e Hockenheim. Con sei vittorie in dieci gare, 185 punti e una tripletta sul Nürburgring hanno fatto esplodere i media, un exploit improvviso cui è difficile dare una spiegazione, se non aver migliorato le qualifiche. Il vero punto di svolta è stato Spa, dove ha ottenuto la prima pole e la prima vittoria nel mese di luglio.

È una combinazione di cose su cui abbiamo lavorato - ha detto Mick Schumacher -. Spa mi ha spinto. Qualcosa è successo dopo Spa, non so esattamente cosa, non so spiegarlo. Da allora siamo veloci. Non importa dove guidiamo. Sono contento che siamo tornati e dove siamo. Sto cercando di mantenere un ritmo costante. Se l'auto fa quello che vuoi ed è veloce è l'auto perfetta. Pertanto, è facile per me guidare con una macchina così costantemente buona al limite.

Sei gare per il gran finale, poi sarà tempo di decidere il suo futuro. Per lui è arrivata anche un'offerta dal team Art Gran Prix in Formula 2, una squadra fondata da Nicolas Todt, figlio di Jean Todt (presidente della FIA) e Frederic Vasseur, direttore di Alfa Romeo Sauber F1. Secondo indiscrezioni Mick e Nicolas Todt si sarebbero incontrati a Monza. I Todt sono amici di famiglia di Schumacher e sarebbero entusiasti di poter gestire la sua carriera sportiva in futuro. Prima bisogna pensare alla Formula 3 e non farsi sfuggire il primo grande traguardo dalle mani.

In Formula 3 è particolarmente importante fare punti costantemente. Se lo fai, allora c'è una grande possibilità che tu possa diventare un campione - ha concluso Mick Schumacher -. Qualcosa può sempre succedere. Ecco perché penso di gara in gara e cerco di dare il massimo. E alla fine vediamo dove siamo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.