FIGC: CONI e Governo vogliono Marotta come nuovo presidente federale?

I dirigenti di molti club di Serie A e persino Giorgetti, sottosegretario con delega allo Sport, spingono per avere l'attuale ad della Juventus fra i candidati nella prossima elezione.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il periodo difficile per l'intero movimento del calcio italiano continua e a creare confusione non sono soltanto i pessimi risultati della Nazionale azzurra, che ieri è uscita sconfitta dal suo secondo match in questa Nations League in casa dei campioni d'Europa del Portogallo.

L'incertezza infatti regna sovrana anche dal punto di vista dirigenziale, con la FIGC che è stata commissariata ormai lo scorso febbraio e che attende di sapere quale sarà il nome del prossimo presidente federale dopo l'assemblea elettiva che è in programma per il 22 ottobre.

La rosa degli eventuali candidati deve essere ancora svelata ma nell'elenco potrebbe essere presente anche un profilo a sorpresa, spinto dal sostegno di molte parti interessate: quello dell'attuale amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta.

MarottaGetty

FIGC, spunta il nome di Marotta come nuovo presidente

L'indiscrezione arriva dalle pagine del Corriere della Sera, che riporta come la candidatura di Marotta a presidente della FIGC non sia solo un'idea sua, ma un'ipotesi fortemente caldeggiata dai dirigenti di molti club di Serie A.

Non solo: il profilo dell'ad juventino sarebbe il preferito anche dalle istituzioni, con il CONI e persino Giancarlo Giorgetti (sottosegretario con delega allo Sport) che si sarebbero mossi per spingerlo a candidarsi in vista del 22 ottobre.L'idea avrebbe cominciato a prendere corpo durante la riunione dell'Eca di ieri e il profilo di Marotta sembra convincere tutti vista la sua competenza sia dal lato manageriale che tecnico, accompagnata dagli ottimi rapporti con le dirigenze di tutta Italia.

Ora c'è da capire se il diretto interessato accetterà. L'intenzione di Marotta sarebbe quella di dare la sua disponibilità come presidente FIGC soltanto dal 2020 visto che non ritiene ancora chiuso il suo ciclo alla Juventus ma un'eventuale levata di scudi della maggioranza dell'assemblea (che non c'è ancora, sia chiaro) favorevole alla sua ascesa alla presidenza potrebbe fargli cambiare idea. E già domani durante l'assemblea dei club di Serie A si potrebbe avere qualche risposta in più.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.