Tennis, Djokovic batte Del Potro e vince gli Us Open 2018

Trionfo nella notte per Nole che conquista il suo quattordicesimo titolo slam in carriera, il secondo nel 2018. Vittoria in tre set contro De Potro, adesso parte la scalata verso la prima posizione occupata da Nadal.

Tennis, quattordicesimo slam per il serbo Getty Images

90 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il peggio è passato, Nole è tornato. Battuto Del Potro in finale (6-3, 7-6, 6-3), quattordicesimo titolo Slam in carriera, il secondo nel 2018, è Novak Djokovic il Re degli Us Open. Il serbo ha spazzato via la crisi, si è ripreso la scena, ha portato a casa una vittoria di prestigio. Sul cemento di Flushing Meadows aveva già trionfato nel 2011 e nel 2015, con il successo sull’argentino ha raggiunto Ivan Lendl e Rafa Nadal.

Doppio Major nello stesso anno solare, non gli riusciva dal 2016, mentre una stagione prima aveva conquistato una magnifica tripletta. Una nuova era è all’orizzonte, Djokovic non ha dubbi e adesso punta a ritornare numero 1 del mondo.

Il primo set dura soltanto 42 minuti, Nole è padrone del campo, sposta da destra a sinistra Del Potro e si difende con la solita classe. Il secondo set è sicuramente più lottato, lo vince in extremis il serbo, ma l’argentino tira fuori un tennis incredibile con colpi da autentico fuoriclasse che fanno impazzire il pubblico presente. L’ottavo game però fa impallidire anche Meryl Streep, che si mette le mani sugli occhi come fosse un horror dopo tre palle break fallite dall’ex numero 1 della classifica Atp.

Tennis, Djokovic batte Del Potro e vince gli Us Open 2018

Il terzo set è la fotocopia del primo, comanda sempre Djokovic, la voglia di tornare sul tetto del mondo è troppo forte, il primo match point utile diventa quello giusto per festeggiare. Discesa a rete e smash imprendibile: “Nessun paragone con il passato, questo è un nuovo Nole che ha iniziato un nuovo cammino”, ha spiegato il serbo a fine match.

E in realtà è proprio così, è iniziato un nuovo capitolo della sua vita, gli infortuni sono alle spalle:

Se a febbraio, quando mi sono operata al gomito, mi avessero detto che dopo l’intervento avrei vinto Wimbledon, Cincinnati e gli Us Open, sarebbe stato difficile da credere. Ma allo stesso tempo c’era una parte di me che non ha mai smesso di lavorare, onestamente mi aspettavo tutto questo. Però ecco mi ci sono voluti tre, quattro mesi. In quel periodo ho imparato molto di me stesso, imparando a essere paziente, caratteristica che non mi è mai venuta benissimo. La vita mi ha insegnato che ogni situazione richiede il suo tempo 

Tennis, il serbo batte Del PotroGetty Images
Tennis, Djokovic trionfa a New York

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.