Calciomercato, Zidane conferma: "Presto tornerò ad allenare"

L'ex tecnico del Real Madrid annuncia il suo ritorno a breve e viene accostato al Manchester United, dove sostituirebbe Mourinho e presenterà una lista comprendente quattro rinforzi di lusso.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo aver lasciato la scorsa estate il Real Madrid, club con cui ha iniziato la propria carriera di allenatore e con il quale ha conquistato un'edizione della Liga e soprattutto le ultime tre edizioni della Champions League, Zinedine Zidane è pronto per tornare ad allenare e potrebbe farlo in Premier League, più precisamente al Manchester United.

Il claudicante inizio di stagione dei Red Devils - due vittorie e due sconfitte, 6 punti in 4 giornate - avrebbe portato la dirigenza a riflettere sul fatto se sia il caso o meno di continuare con l'attuale allenatore, José Mourinho, la cui autorità era del resto già stata messa in discussione quest'estate in sede di calciomercato: i mancati arrivi dei rinforzi richiesti dal portoghese, uniti allo stop alle cessioni chieste dallo stesso per aumentare il budget disponibile, avevano gettato ombre su un rapporto che adesso sembra prossimo a concludersi dopo poco più di due anni.

A sostituirlo arriverebbe dunque Zinedine Zidane, che sbarcherebbe così in Premier League forte di un curriculum breve ma colmo di vittorie: con il buon senso dimostrato in Spagna nella gestione dello spogliatoio, unito a un'idea di calcio propositiva e in netto contrasto con quella di Mourinho, sarebbe lui il candidato ideale per avviare quella rinascita del club che all'attuale allenatore non sembra essere riuscita.

Zinedine Zidane con la Champions LeagueGetty Images
Nei due anni e mezzo in cui ha guidato il Real Madrid Zidane lo ha condotto alla vittoria di tre edizioni consecutive della Champions League.

Calciomercato, Zidane conferma: "Presto tornerò ad allenare"

La conferma di un ritorno in pista dell'allenatore campione d'Europa in carica arriva dal diretto interessato, che in un'intervista rilasciata all'emittente spagnola TVE ha affermato che presto tornerà ad allenare, perché è ciò che ha sempre fatto e che ama fare. Accostato nei mesi precedenti il Mondiale di Russia alla panchina della Francia dove adesso l'ex compagno Deschamps è sempre più stabile, più recentemente era stato fatto il nome di Zidane anche per la Juventus, dove essendo al momento intoccabile Allegri era stato palesato per lui un impiego dirigenziale.

Le parole del tecnico francese sembrano però negare un futuro, perlomeno immediato, in bianconero: Zidane vuole allenare, è quello che vuole e ha dimostrato di saper fare, ed ecco così che la destinazione più probabile appare quindi l'Inghilterra, la Premier League, la panchina del Manchester Unite dove José Mourinho sembra avere ormai i giorni contati. Per i Red Devils sarebbe un investimento importantissimo: allo stipendio del nuovo manager il club dovrebbe infatti aggiungere i costi per liquidare il tecnico portoghese, che non intende dimettersi e che ha dalla sua un contratto valido fino a giugno 2020.

Eppure sembra che in seno alla società siano in troppi a essere scontenti di chi attualmente occupa la panchina all'Old Trafford: si va dai cattivi risultati alla gestione dello spogliatoio considerata non ideale passando per alcune dichiarazioni rilasciate ai media - e polemiche verso la dirigenza - e una scarsa sintonia sugli obiettivi di calciomercato, risorsa quest'ultima che invece verrebbe sfruttata con un diverso entusiasmo per accontentare Zidane.

Zinedine Zidane osserva MourinhoGetty Images

Il quale avrebbe già stilato una lista della spesa che comprenderebbe nomi importanti: James Rodriguez, Toni Kroos e Thiago Alcantara a centrocampo e Edinson Cavani in attacco, acquisti di spessore che sottintendono un massiccio investimento di denaro da parte del club, il quale potrebbe recuperare qualcosa cedendo a sua volta i giocatori voluti da Mourinho.

Tra questi però non sarebbe presente il nome di Paul Pogba, che nei giorni scorsi aveva aperto a un possibile futuro al Barcellona ma la cui cessione è stata bloccata in estate dallo United: il centrocampista francese è considerato un patrimonio dal club, che per riportarlo a casa ha investito oltre 100 milioni di euro, e c'è la fondata convinzione che con l'arrivo di Zidane potrebbe definitivamente mettere da parte l'idea di lasciare l'Old Trafford.

Se il tutto si concretizzerà, nonostante l'entusiasmo dei tabloid inglesi, è in realtà presto per dirlo: Mourinho può ancora salvare la stagione, i costi per il club sarebbero elevatissimi e in sede di calciomercato il Manchester United ha già dimostrato in passato di non amare l'acquisto di calciatori ormai maturi come Kroos e Cavani. Tuttavia Zidane è un profilo che piace molto, e il suo desiderio di tornare presto in panchina potrebbe convincere la dirigenza dei Red Devils ad accelerare i tempi di un divorzio con Mourinho che appare ormai inevitabile. Costi quel che costi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.