Milan e Inter, si punta alla concessione di San Siro per 99 anni

Il cambio dirigenziale del club rossonero ha riaperto il fronte con il Comune: le due società milanesi chiederanno la cessione del diritto di superficie per un secolo.

528 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ennesima svolta nella questione San Siro: lo storico impianto milanese era stato al centro di molte discussioni in questi anni per via delle difficoltà trovate da Milan e Inter nella trattativa con il Comune per una coabitazione al Meazza.

Lo strappo sembrava insanabile nel periodo in cui la presidenza del club rossonero era di Yonghong Li, durante il quale il dialogo fra le due società si era bruscamente interrotto e che aveva portato l'Inter a pensare all'opzione della costruzione di uno stadio di proprietà. Adesso però, visti i cambi dirigenziali in casa Milan, le cose sono radicalmente cambiate.

Stando alle indiscrezioni raccolte dalla Gazzetta dello Sport infatti, il fronte fra Milan e Inter si sarebbe riaperto e i due club starebbero cercando di preparare un piano condiviso per la gestione di San Siro per poi proporre al Comune di Milano la concessione dello stadio per i prossimi 99 anni.

San SiroGetty

San Siro, Milan e Inter chiederanno la concessione al Comune per 99 anni

Al momento le due squadre milanesi usufruiscono del Meazza con un classico accordo di affitto ma l'intenzione è quella di chiedere al Comune la cessione del diritto di superficie per il prossimo secolo, mossa che se approvata lo renderebbe "di fatto" lo stadio di proprietà dei club.

Sia il Milan che l'Inter negli ultimi tempi avevano pensato alla costruzione di impianti di proprietà: per i rossoneri targati Yonghong Li era un progetto fondamentale per ottenere il rifinanziamento e l'area scelta lo scorso marzo era quella di Porto di Mare-Rogoredo, mentre i nerazzurri erano alla ricerca per costruire uno stadio su spinta di Suning (l'obiettivo era occupare la zona di Assago entro il 2022). Entrambi i progetti però non sono stati portati avanti e ora l'opzione più probabile è quella dell coabitazione.

Gli ostacoli più grandi per questa operazione (nei confronti della quale ci sarebbe l'apertura del Comune) sono i costi della concessione a cui vanno aggiunti quelli degli inevitabili lavori per il rinnovamento dello stadio che ha necessariamente bisogno di essere ammodernato. Tutte operazioni che giocoforza andranno a pesare sui rispettivi bilanci.

L'incontro fra i rappresentanti delle dirigenze dovrebbe esserci già nelle prossime settimane, in modo da preparare un piano da presentare in Comune per rendere San Siro la casa di Milan e Inter ancora per un secolo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.