Paraguay: ecco "Pup Guardiola", il cane randagio assistente-allenatore

Dagli allenamenti alle trasferte, Tesapara non si allontana mai dalla sua squadra: la quattrozampe che ha conquistato tutti.

Paraguay, "Pup Guardiola" conquista tutti Twitter: @club2demayo

299 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tra un indicazione e l'altra, dalla panchina, spunta una coda che si muove: Tesapara è sempre lì, un essere vivente a metà tra il cane e l'allenatore. Una cagnolina randagia diventata mitologica dopo che il Guardian ha riportato la sua storia, dandole il soprannome di "Pup Guardiola" ("puppy", in inglese, vuol dire cucciolo), giocando con il nome del tecnico del Manchester City. 

La storia parte dal Paraguay e da un pezzo di empanada, piatto tipico dell'America Latina. Carlos Saguier, allenatore del Club Sportivo 2, squadra che milita nella seconda divisione paraguaiana, un giorno offrì del cibo a un cane randagio che arrivò per caso al centro di allenamento del club. Da quel momento in poi, Tesapara (nome "ufficiale" della cagnolina) non si è più separata da lui e dal resto della squadra, come ha raccontato il tecnico al Crònica. 

E quindi, adesso, Carlos Saguier ha una nuova ombra a quattro zampe: la cagnolina segue la squadra ovunque (anche in trasferta), si siede in panchina se il regolamento glielo permette, altrimenti si accomoda in tribuna. Durante il giorno "si allena" con i compagni di squadra, e di notte fa la guardia al centro di allenamento. Un cane a tutti gli effetti, un assistente-allenatore perfetto.

Pup Guardiola "si allena" con la squadraTwitter: @club2demayo

Paraguay, ecco il cane assistente: "Mi accompagna ovunque"

Mentre i giocatori si allenano e si preparano in vista del prossimo match, Tesapara è lì a fargli compagnia, senza abbandonarli mai: è bastato un pezzo di pane per rubarle il cuore, per farle firmare il suo speciale contratto con il Club Sportivo 2. E lei adesso non ha più intenzione di lasciarsi sfuggire l'occasione della vita. Per questo, segue l'allenatore Carlos Saguier passo dopo passo:

Mi accompagna nei corridoi, negli uffici e persino sul terreno di gioco. È sempre qui con noi. Durante gli allenamenti imita i movimenti dei giocatori, soprattutto quando si piegano. Ormai si è abituata a vedere i calciatori lavorare

Probabilmente "Pup Guardiola", nel corso della sua carriera da assistente allenatore, non otterrà i successi che ha ottenuto Pep. In Paraguay, però, sembra aver già conquistato tutti. Perché a volte basta solamente un po' di empanada. E un po' d'amore, s'intende. L'importante, arrivati a questo punto, è evitare facili insulti nel momento in cui la squadra andrà male...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.