MotoGP, Andrea Dovizioso padrone di Misano, Valentino Rossi 7°

Andrea Dovizioso si rivela il vero 'martillo' a Misano e comanda la gara dal primo all'ultimo giro. Nel finale cade Lorenzo, 7° Valentino Rossi.

Andrea Dovizioso a Misano Getty Images

180 condivisioni 0 commenti

di

Share

La domenica del GP di Misano si apre con un doppio inno di Mameli grazie alla vittoria di Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing) in Moto3 e di Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) in Moto2. Nella classe MotoGP iniziata alle ore 14:00 le temperature dell'asfalto sono roventi, gli spalti altrettanto, con una fiumana di tifosi "gialli" che hanno assiepato l'autodromo dedicato a Marco Simoncelli sin dalle prime luci dell'alba.

Semaforo verde e via al 13° appuntamento stagionale della MotoGP! Andrea Dovizioso va a prendersi la seconda posizione dopo poche curve e si mette all'inseguimento di Jorge Lorenzo, con Jack Miller che cade al secondo giro dopo essere partito dalla prima fila. Valentino Rossi non riesce a guadagnare posizioni, si fa subito infilare dalla Suzuki di Alex Rins e si accovaccia in settima piazza con Dani Pedrosa dietro agli scarichi che lo supera subito dopo. Al 5° giro DesmoDovi supera il maiorchino con un sorpasso relativamente facile, ma si gioca sulla conservazione delle gomme come sul filo del rasoio. Alle spalle delle due Ducati resta in agguato Marc Marquez che a tredici giri dal traguardo approfitta di un'indecisione di Lorenzo per mettersi in seconda piazza e cercare di mettere pressione al leader del gruppo.

Mentre Andrea Dovizioso prende il largo guadagnando decimi sul giro, i due futuri compagni di squadra Marc e Jorge danno vita ad un balletto di incroci e sorpassi che mettono un po' di pepe e adrenalina ad una gara piuttosto monotona. Viaggiano incollati ad un paio di millesimi, lo spagnolo della Ducati sfrutta la potenza in accelerazione e la stabilità in frenata per mettersi alle spalle la Honda RC213 iridata. Nei giri finali il doppio vento spagnolo ruba mezzo secondo al leader del gruppo, ma il forlivese stringe i denti, spinge nel primo settore, fino a quando Lorenzoperde il posteriore, scivola e e porge il secondo gradino del podio a Marquez su un piatto d'argento. Vince il Dovi che regala il terzo inno di Mameli allo splendido pubblico di Misano. Sul podio anche la Honda di Cal Crutchlow, che si mette alle spalle Alex Rins, Maverick Vinales e Dani Pedrosa. Valentino Rossi delude un po' le aspettative e si accontenta della settima piazza.

MotoGP, Dovizioso padrone del GP di San Marino

Andrea Dovizioso stavolta è impeccabile e ruba la modalità 'martillo' al compagno di squadra. Una vittoria importante per la classifica MotoGP e per l'ambiente Ducati, dove ormai prevaleva una certa malinconia per l'imminente addio del pilota maiorchino. La vittoria del forlivese caccia via le nubi e ricorda a tutti il suo grande potenziale e quello della Desmosedici.

Veramente bellissimo, c'è grandissima soddisfazione per questa gara e una piccola amarezza per la doppia vittoria sfumata. Se continuiamo così- ha detto Gigi Dall'Igna -possiamo portare a casa qualcosa di importante, non la più importante, ma possiamo essere davvero contenti.

Marc Marquez resta saldamente in testa al Mondiale e il titolo è ormai nelle sue mani, ma c'è la sensazione che la casa di Borgo Panigale stia costruendo un futuro di successi.

Non pensavo di vincere in questo modo, però abbiamo fatto tutto in modo perfetto sin dai test, abbiamo lavorato molto bene e siamo arrivati qui con una base molto buona. Abbiamo trovato condizioni un po' strane durante il week-end. Sono contentissimo perchè abbiamo fatto tutto alla perfezione ed era l'unico modo per vincere oggi, perchè Jorge era fortissimo e battere Marc era molto difficile. Sono contento perchè non avevo mai vinto a Misano ed era una cosa che ho sempre voluto fare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.