I 5 giocatori italiani vincitori del Pallone d'Oro

Dall'oriundo Omar Sivori, alla solidità difensiva "mondiale" di Fabio Cannavaro. Ecco i 5 giocatori italiani che hanno vinto il trofeo fino a questo momento.

694 condivisioni 0 commenti

di

Share

È il trofeo calcistico a livello individuale più ambito, quello che si pone come obiettivo di scovare il miglior giocatore in Europa, anno dopo anno, e che ogni bambino con la passione per questo sport sogna di poter vincere almeno una volta nella vita. Parliamo ovviamente del Pallone d’Oro, un riconoscimento istituito nel 1956 dall’illustre rivista sportiva francese France Football. Sono cinque (o meglio, quattro più uno) i giocatori italiani vincitori del Pallone d'Oro

La sottolineatura del 4+1 è dovuta, perché nell'elenco figura anche il primo "italiano" ad aver vinto il premio, cioè l'oriundo Omar Sivori, nato in Argentina, ma nazionale azzurro al momento del riconoscimento. Per forza di cosa, dunque, rientra anche lui in questa speciale classifica, che negli anni successivi si è allargata grazie ai successi di Gianni Rivera (1969), Paolo Rossi (1982), Roberto Baggio (1993) e Fabio Cannavaro (2006).

Nel corso degli anni a vincere questo premio sono stati calciatori di ogni genere, nazionalità (da tre continenti diversi) e ruolo, con una predilezione ovviamente per i centravanti o, meglio ancora, i numeri 10, coloro che più degli altri incarnano l’idea del talento associato al mondo del calcio. Una storia ricca di grandissimi nomi, che hanno scritto pagine importanti di questo sport e che ancora oggi ne sono considerati emblemi. E in questo circolo elitario di fuoriclasse che hanno vinto il Pallone d'Oro, non poteva mancare anche una rappresentanza italiana.

Giocatori italiani vincitori del Pallone d'Oro: il primo fu Sivori

Oltre ai 5 ori già citati, poi, vanno ad aggiungersi anche 9 secondi posti (Gianni Rivera nel 1963, Giacinto Facchetti nel 1965, Gigi Riva nel 1969, Sandro Mazzola nel 1971, Dino Zoff nel 1973, Franco Baresi nel 1989, Salvatore Schillaci nel 1990, Roberto Baggio nel 1994 e Gianluigi Buffon nel 2006) e 3 bronzi (Gigi Riva nel 1970, Paolo Maldini nel 1994 e nel 2003), con alcuni nomi che, molto probabilmente, avrebbero meritato qualcosa di più, aggiungendosi di fatto ai 5 italiani che hanno vinto il Pallone d'Oro.

  1. Omar Sivori - 1961
  2. Gianni Rivera - 1969
  3. Paolo Rossi - 1982
  4. Roberto Baggio - 1993
  5. Fabio Cannavaro - 2006

Omar Sivori - 1961

Giocatori italiani vincitori del Pallone d'Oro: il primo fu SivoriFrance Football
Omari Sivori riceve il Pallone d'Oro da giocatore della Juventus

Il primo è stato dunque lui, l'oriundo Omar Sivori. Nato a San Nicolás de los Arroyos, il 2 ottobre 1935, era argentino puro, aveva giocato anche nella nazionale albiceleste fino al 1957, anno in cui lascia il River Plate per approdare in Serie A, alla Juventus. Poi, però, diventa italiano d'adozione e successivamente veste anche la maglia azzurra, collezionando 9 presenze e segnando 8 gol.

E questo gli consente di entrare in corsa per il Pallone d'Oro, in quel momento riservato esclusivamente a calciatori europei (motivo per il quale Pelé prima e Maradona poi non sono riusciti a vincere mai il riconoscimento nel corso della loro carriera), una condizione rimasta tale fino al 1995, anno in cui il liberiano George Weah ha inaugurato la possibilità di successo pure per giocatori extra-europei.

Ecco perché il trofeo è da attribuire per forza di cose all'italianità di Omar Sivori, che senza quel passaporto non avrebbe potuto nemmeno entrare in classifica. L'attaccante della Juventus invece è riuscito ad arrivare primo, conquistando 46 punti (espressi dalla giuria composta da 19 paesi) e piazzandosi davanti allo spagnolo Luis Suárez, e all'inglese Johnny Haynes. Omar Sivori, definito da France Football "il re del tunnel" e "artista del calcio che ha meravigliato tutta l'Italia", non è stato solo il primo "italiano" a vincere il Pallone d'Oro, ma anche il primo a portarlo in Serie A, in una stagione conclusa l'anno precedente da capocannoniere con 28 reti in 31 partite, la vittoria dello Scudetto e della Coppa Italia.

Ecco la classifica 1961 con le prime 5 posizioni:

  1. Omar Sivori (Italia) - 46 - Juventus
  2. Luis Suárez (Spagna) - 40 - Barcellona-Inter
  3. Johnny Haynes (Inghilterra) - 22 - Fulham
  4. Lev Yashin (Russia) - 21 - Dinamo Mosca
  5. Ferenc Puskás (Ungheria) - 16 - Real Madrid

Gianni Rivera - 1969

Pallone d'Oro 1969, Gianni Rivera vince davanti a Gigi RivaGetty Images
Gianni Rivera, Pallone d'Oro 1969 davanti a Gigi Riva

Passiamo al secondo riconoscimento, il primo italiano al 100%. A vincere l'edizione del 1969 è infatti Gianni Rivera, nato ad Alessandria il 18 agosto 1943 e bandiera del Milan. Ci era già andato vicino 6 anni prima, ma in quell'occasione si era dovuto accontentare del secondo posto, dietro alla leggenda russa Lev Yashin, primo (e unico) portiere a conquistare il trofeo. Nel 1969, però, non riuscì a toglierli il premio nemmeno "Rombo di tuono" Gigi Riva, arrivato secondo (distanziato di 4 punti).

Decisive le vittorie con il Milan dell'anno precedente, lo Scudetto e la Coppa delle Coppe, così come quelle che sarebbero arrivate di lì a poco, cioè la Coppa dei Campioni conquistata con il 4-1 rifilato all'Ajax in finale (doppietta) e l'Intercontinentale vinta contro l'Estudiantes (nella gara diventata celebre per la condotta violenta degli argentini), in cui segnò nella partita di ritorno.

È stata la stagione della consacrazione del Golden Boy, chiusa con 44 presenze complessive e 15 reti. Numeri che hanno permesso al rossonero di diventare il primo italiano non oriundo ad alzare il Pallone d'Oro. Il presidente della giuria di France Football, il francese Max Urbini, spiegò così il motivo per il quale fosse stato scelto Gianni Rivera:

Talento calcistico allo stato puro. Rivera è un grande artista che onora il football

Ecco la classifica 1969 con le prime 5 posizioni:

  1. Gianni Rivera (Italia) - 83 - Milan
  2. Gigi Riva (Italia) - 79 - Cagliari
  3. Gerd Müller (Germania) - 38 - Bayern Monaco
  4. Johan Cruijff (Olanda) - 30 - Ajax
  5. Ove Kindvall (Svezia) - 30 - Feyenoord

Paolo Rossi - 1982

Pallone d'Oro 1982, la vittoria di Paolo RossiANSA/OLDPIX
Paolo Rossi vince il Pallone d'Oro nel 1982

Negli anni successivi alla vittoria di Gianni Rivera, l'Italia colleziona altri due secondi posti (con Mazzola e Zoff), più un terzo posto (con Riva), fino a quando, nel 1982, il Mondiale in Spagna vinto dagli Azzurri permette di trovare un nuovo calciatore capace di portare il tricolore in vetta alla classifica del Pallone d'Oro. Si tratta di Paolo Rossi, ribattezzato "Pablito" dopo l'exploit in Coppa del Mondo, dove trascina l'Italia al successo con la tripletta al Brasile al secondo turno, la doppietta alla Polonia in semifinale e il gol che dà il là allo storico 3-1 sulla Germania in finale.

Nonostante l'urlo di Tardelli e l'altro sigillo di Altobelli, è lui l'uomo copertina di quella Nazionale capace di vincere i Mondiali (con Paolo Rossi capocannoniere della competizione) e il riconoscimento del Pallone d'Oro ne è stato la diretta conseguenza.

E pensare che a quel torneo, Pablito, non ci sarebbe dovuto nemmeno essere (in molti al suo posto avrebbero preferito di gran lungo il romanista Pruzzo, capocannoniere in Serie A negli ultimi due anni). L'attaccante della Juventus era infatti fermo da due anni, per via di una squalifica inflittagli a seguito dell'accusa di aver partecipato alla combine di Avellino-Perugia. Una pena che finì di scontare nell'aprile 1982, giusto il tempo per giocare le ultime tre partite di campionato coi bianconeri (che lo avevano comprato dal Perugia nonostante la squalifica), andando anche a segno contro l'Udinese, dando il suo piccolo contributo per la conquista del 20esimo scudetto della storia della Juve. Con il senno di poi, si può dire che Enzo Bearzot ci vide abbastanza lungo...

Ecco la classifica 1982 con le prime 5 posizioni:

  1. Paolo Rossi (Italia) - 115 - Juventus
  2. Alain Giresse (Francia) - 64 - Bordeaux
  3. Zbigniew Boniek (Polonia) - 53 - Widzew Lodz/Juventus
  4. Karl-Heinz Rummenigge (Germania) - 51 - Bayern Monaco
  5. Bruno Conti (Italia) - 48 - Roma

Roberto Baggio - 1993

Pallone d'oro 1993, vince Roberto BaggioGetty Images
Roberto Baggio, Pallone d'oro 1993

Bisogna aspettare undici anni per vedere di nuovo un italiano in vetta alla classifica del Pallone d'Oro, precisamente il 1993, quando Roberto Baggio incanta con le sue giocate il mondo intero. Il Divin Codino rappresenta il calcio allo stato puro, l'essenza del talento. Il riconoscimento è doveroso, dopo una stagione esaltante con la Juventus che lo porta a vincere da protagonista il primo trofeo della sua carriera: si tratta della Coppa Uefa, sulla quale il numero 10 bianconero (terzo juventino italiano su 4 a ottenere il riconoscimento) mette la firma con tre reti (tra andata e ritorno) nella semifinale con il Paris Saint-Germain, e con una doppietta nella finale d'andata contro il Borussia Dortmund.

Chiude quella stagione con 41 presenze e 30 reti (suo record personale), 21 delle quali in campionato (secondo suo score più alto, si migliorerà infatti 5 anni dopo con la maglia del Bologna arrivando a 22).

In quell'anno Roberto Baggio viene insignito anche del FIFA World Player of the Year (mettendo alle sue spalle l'attaccante brasiliano del Barcellona, Romario, fuori classifica nel Pallone d'Oro) e l'Onze d'or. Un successo indiscutibile, insomma, per quello che all'epoca era senza dubbio il miglior giocatore del mondo e che, se non avesse sbagliato quel calcio di rigore a Pasadena nella finale del Mondiale di Usa 94 contro il Brasile, probabilmente avrebbe concesso il bis anche l'anno successivo, quando arrivò secondo dietro il bulgaro Stoichkov. Non ci è riuscito, ma ciò non toglie che sia stato il calciatore italiano ad aver segnato quell'epoca, portando il talento puro in giro per il mondo come non accadeva da tempo.

Ecco la classifica 1993 con le prime 5 posizioni:

  1. Roberto Baggio (Italia) - 142 - Juventus
  2. Dennis Bergkamp (Olanda) - 83 - Ajax/Inter
  3. Eric Cantona (Francia) - 34 - Manchester Utd
  4. Alen Boksic (Croazia) - 29 - Olympique Marsiglia/Lazio
  5. Michael Laudrup (Danimarca) - 27 - Barcellona

Fabio Cannavaro - 2006

Pallone d'Oro 2006, vince Fabio CannavaroReuters
Fabio Cannavaro, Pallone d'Oro 2006

Siamo arrivati a Fabio Cannavaro. Al momento, l'ultimo nella lista dei giocatori italiani vincitori del Pallone d'Oro. Si tratta di una vittoria un po' a sorpresa, perché quando una nazionale vince il Mondiale, in genere viene premiato il suo uomo simbolo in attacco, colui che ha trascinato i compagni fino al successo finale. Quell'Italia di Marcello Lippi, però, non è una squadra comune, dove ci si affida a un bomber o a un numero 10 per andare avanti. Sì, davanti in quell'edizione della Coppa del Mondo c'erano giocatori del calibro di Luca Toni (2 gol) e Francesco Totti (1), ma la vera forza di quell'Italia è nel centrocampo (dove gioca uno dei calciatori più talentuosi del calcio italiano, Andrea Pirlo, e uno dei più preziosi, Gennaro Gattuso) e, soprattutto, nella difesa.

Una linea maginot granitica, fondata su due pilastri come Gianluigi Buffon e Fabio Cannavaro. Ed è proprio quest'ultimo, il capitano azzurro e all'epoca già diventato un giocatore del Real Madrid (rinunciando a seguire in Serie B il club bianconero), a battere il portiere, ex compagno di squadra nella Juventus.

Il difensore partenopeo, travolto quell'estate dallo scandalo di Calciopoli, riesce a tirare fuori il meglio di sé, con prestazioni impeccabili che hanno reso la retroguardia italiana impenetrabile (2 soli gol subiti in tutto il torneo: uno su autorete di Zaccardo nella fase a gironi, l'altro su calcio di rigore di Zidane in finale). Fabio Cannavaro è stato così il calciatore più votato nell'edizione 2006 del Pallone d'Oro, mettendosi davanti a Buffon, ma anche a Henry, Ronaldinho e lo stesso Zidane. Un successo straordinario, insomma, che generò non poche polemiche da parte di coloro che identificano questo premio con il talento puro, espresso in gol e assist. Alla fine, però, ha avuto la meglio la solidità espressa in campo da uno dei difensori più forti della storia del calcio. Uno dei pochi a vincere anche il Pallone d'Oro.

Ecco la classifica 2006 con le prime 5 posizioni:

  1. Fabio Cannavaro (Italia) - 173 - Real Madrid
  2. Gianluigi Buffon (Italia) - 124 - Juventus
  3. Thierry Henry (Francia) - 121 - Arsenal
  4. Ronaldinho (Brasile) - 73 - Barcellona
  5. Zinedine Zidane (Francia) - 71 - Real Madrid

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.