Serie A, il Codacons attacca il Napoli: "Chiederemo sciopero del tifo"

L'associazione per i diritti dei consumatori si schiera apertamente contro il club partenopeo, autore di un rincaro sui biglietti di oltre il 50%.

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli Getty Images

174 condivisioni 0 commenti

di

Share

La guerra a tre fronti tra il Napoli, il Comune partenopeo e i tifosi rischia di non portare altro che danni in terra campana. Dopo una sessione di calciomercato al di sotto delle attese - se consideriamo l'arrivo di Carlo Ancelotti in panchina -, l'acquisto di un'altra società e il tira e molla con il sindaco De Magistris sulla questione San Paolo, la dirigenza del club finisce anche nel mirino del Codacons. Perché? Tutta colpa del rincaro sui biglietti operato dai vice-campioni della scorsa Serie A in vista della sfida alla Fiorentina.

Rispetto al tariffario dell'anno scorso, infatti, è evidente come vi sia stato un aumento mediamente superiore al 50% sui prezzi della stagione passata. Si è arrivati, dunque, ad un prezzo per la partita con la Viola che è passato dai 12 ai 35 euro per le curve. Non va meglio per i distinti, che salgono da 18 a 45 euro e né tantomeno per la tribuna Nisita, che registra un salatissimo 70 euro rispetto ai 28 della stagione scorsa. E la tribuna Posillipo? Lì l'aumento è palese, essendoci un raddoppio sui 40 del 2017. Ecco perché il n.1 del Codacons ha deciso di scendere in campo in prima persona, esponendosi con toni durissimi sulla vicenda.

Vota anche tu!

Serie A: il rincaro dei biglietti in occasione di Napoli-Fiorentina come va classificato?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Intervenuto a Radio Marte, il presidente Carlo Rienzi ha così commentato l'accaduto, promettendo provvedimenti nell'immediato a seguito delle mosse compiute dal club militante in Serie A.

Non mi piace il comportamento del Napoli per quanto concerne il discorso dei biglietti. Non puoi mica alzare i prezzi quando la squadra raccoglie risultati ed abbassarli quando hai bisogno di uno stadio pieno. Faremo un comunicato e, se il Napoli continuerà su questa strada, chiederemo ai tifosi di scioperare. C'è poi anche la questione legata al doppio abbonamento, e l'Antitrust farà certamente qualcosa dopo il nostro esposto. Questo qui è un modo per utilizzare lo sport come mezzo di speculazione economica.

Serie A: striscione contro la società al San Paolo

Non è passato molto, però, prima che i tifosi prendessero una posizione sul caso biglietti: nelle scorse ore, infatti, è apparso uno striscione fuori dallo stadio San Paolo che recita: "Vogliamo il settore popolare". Questo atteggiamento da parte del club, stando a quanto apparso sui social, sarebbe stato ritenuto al quanto offensivo nei confronti della parte più povera della tifoseria, che si vedrà costretta a boicottare la sfida valida per il quarto turno del campionato di Serie A 2018/2019. Un'altra bruttissima gatta da pelare dunque per ADL, che continua a registrare frizioni coi tifosi a seguito di una serie di mosse mal digerite dalla piazza.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.