Dal Marocco al ritorno all'Excelsior: il mistero di El Hamdaoui

L'ex attaccante della Fiorentina aveva appeso gli scarpini al chiodo e si era dedicato al ruolo di direttore sportivo. Poi ci ha ripensato.

357 condivisioni 0 commenti

di

Share

Qualcuno lo ricorderà per la sua parentesi alla Fiorentina: acquistato dal club viola il 31 gennaio del 2012... No, già cominciano le stranezze. La società dei Della Valle aveva trovato l'accordo con il giocatore, poi il trasferimento è saltato a causa della mancanza di una fideiussione bancaria chiesta dall'Ajax poco prima della fine del calciomercato. L'attaccante marocchino si unirà quindi alla Viola solamente nel corso della sessione estiva. 

Ok, primo mistero risolto. Però oggi, a sei anni di distanza e dopo continui viaggi di andata e ritorno tra Italia, Olanda e Marocco (con tanto di scalo in Spagna al Malaga), El Hamdaoui torna a far parlare di sé. Il giocatore, infatti, questa estate aveva deciso di appendere gli scarpini al chiodo (all'età di 34 anni) per dedicarsi alla carriera di dirigente: l'ex Ajax era stato scelto dal CR Al Hoceima (squadra che milita nella massima divisione marocchina) come direttore tecnico. Adesso, però, l'attaccante sembra averci ripensato.

El Hamdaoui ha ripreso gli scarpini, ha fatto i bagagli ed è ripartito per l'Olanda: in questo momento si sta allenando con l'Excelsior, club con il quale ha mosso i primi passi nel calcio professionistico. Ufficialmente non ha ancora firmato, ma la sua nuova avventura è già iniziata. E la sua carriera da dirigente, dall'altra parte, sembra già finita.

El Hamdaoui e il saccheggio olandese 

Quindi l'esperienza in Marocco si è chiusa così, senza conseguenze? No, niente affatto. Ma serve un breve riepilogo. A fine luglio è iniziata la sua (breve) carriera da direttore sportivo e lui ha deciso di svolgerla a modo suo. El Hamdaoui ha "saccheggiato" l'Olanda portando al CR Al Hoceima sei giocatori provenienti dai Paesi Bassi: Mawouna Amevor (Dordrecht Abdel), El Hasnaoui (Eindhoven), Rafik El Hamdi (Volendam), Abderrahim Loukili (Lienden), Guy Ramos e Toni Varela (entrambi svincolati). 

Peccato, però, che le cose non siano andate benissimo per i nuovi arrivati: la società (che al momento è senza presidente), a sorpresa, all'inizio di settembre annuncia di volersi liberare dei giocatori in questione perché, secondo la stessa, "non sono in grado di giocare a calcio". Una motivazione piuttosto bizzarra, condita anche dall'allontanamento del manager Simon Ouaali. Il caos regna, mentre El Hamdauoi nega tutto. O quasi.

La risposta di El Hamdaoui e la contro-risposta del club

Il giocatore, da parte sua, non ci sta: intervistato dal De Telegraaf , El Hamdaouoi dichiara di non essere mai stato un direttore tecnico, ma di aver solamente dato una mano durante la sessione di calciomercato. Il CR Al Hoceima, però, risponde pubblicando il contratto che l'ex Fiorentina avrebbe firmato, con tanto di pagamento. Ecco il documento, reso noto dall'emittente francese Radio Mars: 

Ecco il contratto che El Hamdaouoi avrebbe firmato con il CRARadio Mars

Direttore tecnico o meno, una cosa è certa: le scelte di El Hamdaouoi non sono piaciute al club marocchino. Dai consigli per gli acquisti di giocatori "che non sanno giocare" all'addio nonostante il contratto, l'ex Fiorentina non deve aver lasciato una grande impressione. Ora, dopo aver ripreso gli scarpini, è pronto a lasciarsi alle spalle tutta questa strana storie ripartendo dall'Excelsior. E i consigli, probabilmente, li terrà solo per i colleghi più giovani

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.