Jorge Mendes, l'arte della procura: viaggio nell'impero GestiFute

Con Cristiano Ronaldo alla Juventus, l'agente portoghese sbaraglia la concorrenza di Raiola e colleghi. È il migliore del mondo?

556 condivisioni 0 commenti

di

Share

Le battaglie a suon di clausole rescissorie e bonus legati alle prestazioni, soprattutto con sceicchi e magnati pronti a spendere centinaia di milioni, mettono in cattiva luce la figura dei procuratori. Eppure, la fiducia che i calciatori e gli allenatori ripongono nei propri agenti è spesso la chiave per arrivare alla scelta giusta. In questo campo, Jorge Mendes ha pochi eguali.

Portoghese di Lisbona, 53 anni a gennaio, è senza dubbio tra i personaggi più influenti degli ultimi due decenni calcistici. Una società di procure, rapporti fraterni con i propri assistiti, un peso rilevante al tavolo delle trattative con presidenti e direttori sportivi e, per concludere, premi e riconoscimenti al suo lavoro.

L'Italia ha imparato a conoscerlo da vicino durante quest'estate. Mendes è il procuratore di Cristiano Ronaldo, nonché suo mentore in termini contrattuali fin dai tempi dello Sporting Lisbona. L'affare dell'anno, ancora una volta, passa dalle sue mani e dal suo impero: una storia di successi a scadenza regolare, a partire dal 1996, anno del suo ingresso nel mondo del calcio:

Jorge Mendes, il capolavoro del 2018

Con Mendes, la Juventus ha stretto un rapporto fittissimo durante l'estate. Il blitz di Andrea Agnelli in Grecia, strategia decisiva che ha portato al trasferimento di CR7, non sarebbe accaduto senza il benestare dell'agente portoghese, che dalla trattativa ha ottenuto un compenso di 12 milioni di euro per intermediazione e oneri accessori.

A ciò si è aggiunta anche la trattativa che ha portato in bianconero Joao Cancelo, ma i trasferimenti dei due portoghesi all'Allianz Stadium non sono gli unici due dell'estate 2018. L'agente ha mosso anche André Silva, che dal Milan è passato al Siviglia con la formula del prestito con diritto di riscatto, e Joao Carvalho, giovane prospetto del Benfica passato al Nottingham Forest per 15 milioni di euro. Ma soprattutto, il ritorno di Diego Costa all'Atletico Madrid: 60 milioni al Chelsea, con Mendes ancora protagonista.

CanceloGetty Images
Joao Cancelo è un'altra pedina di Mendes in forza alla Juventus da quest'estate

Un giro di affari così ampio non è raro nell'agenda del procuratore portoghese: l'anno scorso ha portato Ederson e Bernardo Silva al Manchester City, ma anche Guedes al Valencia, Ruben Neves al Wolverhampton e Nelson Semedo al Barcellona.

La nascita di GestiFute

Ma da dove nasce tutto questo? Una rete sapiente di contatti e trattative porta il nome di GestiFute. È il nome della società di procure che Mendes ha fondato nel 1996, dopo una prima parte della sua vita trascorsa da calciatore modesto e titolare di una discoteca.

Il primo trasferimento portato a termine è già un capolavoro di mercato: nel 1996, l'ex portiere e attuale allenatore Nuno Espirito Santo passa dal Vitoria Guimarães al Deportivo La Coruña. Il presidente del club portoghese chiede una cifra assurda, l'agente spaccia il suo assistito per alcolizzato e lo fa sparire per alcuni giorni. Questa situazione permette ai club di negoziare a cifre più basse, favorendo la riuscita dell'affare.

Espirito SantoGetty Images
Nuno Espirito Santo è stato il primo capolavoro di Mendes: era il 1996

Da quel momento in poi, la GestiFute può solo crescere. Hugo Viana al Newcastle, Nuno Capucho ai Rangers e un giovanissimo Cristiano Ronaldo al Manchester United, passando per Mourinho al Chelsea e tutti i suoi fedelissimi portoghesi che sposano la causa di Abramovich: da Ricardo Carvalho a Paulo Ferreira, arrivando fino a Deco, Tiago e Maniche.

Mou Ricardo CarvalhoGetty Images
José Mourinho e Ricardo Carvalho: Mendes e il suo legame con i Blues

Tra premi e rapporti fraterni

Il talento di Mendes nel negoziare è un dato oggettivo, ma viene avvalorato anche dal rapporto che crea con i suoi assistiti. Su tutti, quello con Cristiano Ronaldo rappresenta il termometro della sua dedizione, tanto da diventare una vera e propria figura di famiglia in casa Aveiro.

Mendes RonaldoGetty Images
Jorge Mendes con CR7, Cristiano jr e Dolores Aveiro. L'agente è una figura di famiglia

Come CR7, anche altri 79 giocatori attualmente sotto contratto e 5 allenatori hanno scelto di affidarsi all'agente portoghese e alla sua società, che si dimostra qualcosa in più di un semplice strumento di mediazione tra club.

Il legame che si è creato tra le parti serve anche a spiegare il motivo per cui Globe Soccer lo ritiene il miglior agente del decennio. Dal 2010, anno di nascita dei Globe Soccer Awards, Mendes ha sempre vinto il premio. Unica eccezione nel 2016, quando Mino Raiola portò a casa il riconoscimento grazie all'operazione Pogba.

I libri che raccontano Mendes

Il suo percorso nel mondo del calcio è solo una parte del tutto. Ne "L'orgia del potere", libro del sociologo Pippo Russo, emerge la figura di Jorge Mendes mediatore a tutto campo, non solo per quel che riguarda l'ambito sportivo. Oltre al rapporto che intercorre con i suoi assistiti, vengono descritti gli altri legami che l'agente portoghese tesse col mondo della finanza. A partire da Peter Lim, imprenditore di Singapore che adesso ha partecipazioni nel Valencia e del quale era consulente nell'ambito dei fondi Quality Football Ireland, arrivando fino alla Fosun International, conglomerato privato di Shanghai che Mendes ha convinto ad entrare nel calcio inglese, in particolare nel Wolverhampton.

Non da meno, poi, "La clave Mendes", il libro di Miguel Cuesta e Jonathan Sanchez con la partecipazione proprio di Cristiano Ronaldo, in cui vengono svelati i momenti decisivi delle principali trattative portate a termine dal procuratore.

Le operazioni di mercato sono solo la punta dell'iceberg in un impero che abbraccia il mondo della finanza in più settori. Mendes è una figura con i tentacoli, ma anche con talento e criterio. E non serviva certamente Cristiano Ronaldo alla Juventus per confermarlo.

Vota anche tu!

Jorge Mendes è il miglior agente del mondo?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.