Italia, Blengini sceglie i 14 per puntare ai Mondiali di volley

Il ct italiano, Gianlorenzo Blengini, ha scelto un bel mix di giocatori esperti e giovani promesse per andare in caccia di un titolo mondiale nel volley maschile che ci manca da 20 anni. La vittoria non è un miraggio.

Ivan Zaytsev e Simone Giannelli guideranno l’Italia alla conquista del Mondiale dopo 20 anni Getty Images

208 condivisioni 0 commenti

di

Share

Escludendo Antonov e Russo dalla lista ufficiale, Gianlorenzo Blengini ha diramato il gruppo di 14 atleti che disputeranno il Mondiale di volley in Italia e Bulgaria dal 9 al 30 settembre. Sarà un Mondiale casalingo, dopo l’edizione in cui eravamo poca cosa del 2010 e questo fa già aumentare la temperatura intorno ad una squadra che ha buone prospettive e soprattutto grandi motivazioni.

Veniamo da bruttissimi Europei, chiusi ai quarti contro il Belgio, ma l’estate precedente, con la squadra che in pratica scenderà in campo in questa manifestazione, abbiamo dato spettacolo alle Olimpiadi di Rio, vincendo un meraviglioso argento, battuti solo dai padroni di casa del Brasile. Da quella partita e quel torneo Blengini ha sempre affermato di dover ripartire, per riaffermarci ancora una volta in un contesto mondiale.

Fra i quattrodici convocati dal nostro selezionatore ci sono giocatori molto diversi fra di loro. La parte preponderante è formata proprio dai reduci di Rio, a cui verrà richiesta la capacità di gestire la tensione in contesti così forti anche da un punto di vista emozionale, ma insieme a loro Blengini ha scelto di non accontentandosi di semplici seconde scelte, ma ha guardato più in là, dando subito responsabilità a giovani che dovranno formare l’ossatura dell’Italia dal Mondiale in poi.

L’Italia è pronta per i Mondiali di volley: sfidiamo Brasile, Francia, USA e Russia per la vittoria

In cabina di regia abbiamo un campione giovane ma già esperto, come Simone Giannelli, del quale dimentichiamo la sua età, 22 anni, perché già da molto tempo è titolare di Trento e della nazionale. Giannelli deve salire di colpi in questo Mondiale ed essere più fantasioso nel gioco di contrattacco. Blengini lo ha detto più volte e spera davvero che nella manifestazione più importante il suo palleggiatore diventi il migliore al mondo, prendendo definitivamente il posto del brasiliano Bruno.

Nel ruolo di opposto l’uomo che l’estate scorsa ha portato per il motivo sbagliato il volley in prima pagina. Ivan Zaytsev è tornato in nazionale, dopo le questioni legate agli sponsor che gli preclusero gli Europei dello scorso anno e promette scintille. Come riserva, in un ruolo in cui spesso il secondo uomo viene chiamato in causa per cambiare le partite, Gabriele Nelli, opposto di Trento, giovane e di grande prospettiva.

Fra i centrali abbiamo lasciato a casa una vera e propria bandiera della nazionale italiana, Emanuele Birarelli, e ci siamo affidati ai più in forma del campionato italiano. Simone Anzani, passato questa estate al Modena, dove troverà come altro centrale Daniele Mazzone, anche lui in squadra, Davide Candellaro, che dopo una grande stagione alla Lube è passato a Trento, e per finire Enrico Cester, a cui questi Mondiali faranno sicuramente ben per crescere.

In banda Juantorena, che torna in Nazionale come aveva promesso dopo le Olimpiadi, Filippo Lanza, necessario per la ricezione, e poi due schiacciatori poco utilizzati con la maglia dell’Italia prima d’ora, Gabriele Maruotti, passato alla neopromossa Siena e Luigi Randazzo, schiacciatore di Padova. I liberi sono sempre loro, i migliori in Italia e di alto livello nel mondo, Massimo Colaci e Salvatore Rossini.

Arriviamo a questi Mondiali non come i favoriti numeri uno in quanto almeno Russia, la Francia, seconda in Wolrd League, un Brasile in ricostruzione ma ancora fortissimo, e anche gli USA ci sono superiori. Ma lo giocheremo in casa, toccando diverse città italiane che riempiranno di calore ogni palazzetto coinvolto. Puntiamo anche su questo per ritornare a vincere dopo ben 20 anni i Mondiali di volley. Non è un miraggio, come poteva essere una nostra vittoria nel 2010, adesso siamo più strutturati e anche più sognatori per poter arrivare di nuovo in cima al mondo.

Convocati Italia per il Mondiale di volley

PALLEGGIATORI: Simone Giannelli, Michele Baranowicz

OPPOSTI: Ivan Zaytsev, Gabriele Nelli

SCHIACCIATORI: Osmany Juantorena, Filippo Lanza, Gabriele Maruotti, Luigi Randazzo

CENTRALI: Simone Anzani, Daniele Mazzone, Davide Candellaro, Enrico Cester

LIBERI: Massimo Colaci, Salvatore Rossini

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.