Harakiri West Ham: dagli acquisti faraonici al flop in Premier League

Dopo quattro giornate di campionato, gli Hammers non hanno ottenuto neanche un punto: ultimo posto in classifica e panchina di Pellegrini in bilico.

871 condivisioni 0 commenti

di

Share

Felipe Anderson, Diop, Yarmolenko, Fabianski, Carlos Sanchez, Lucas Perez, Balbuena, Wilshere, Fredericks: il West Ham, questa estate, è stato uno dei protagonisti del calciomercato inglese. Se il Tottenham non ha registrato operazioni in entrata, dall'altra parte gli Hammers hanno deciso di rivoluzionare la rosa per cercare di raggiungere le zone più alte della classifica. Per il momento, però, le cose non sembrano andare proprio per il verso giusto.

A fronte di più di 100 milioni di euro investiti, il West Ham sul campo ha raccolto poco. Anzi: non ha raccolto proprio niente. Dopo quattro giornate di Premier League, infatti, gli Hammers sono l'unica squadra a non aver ottenuto neanche un punto in campionato. Quattro sconfitte su quattro e ultimo posto inevitabile, i sentimenti dei tifosi oscillano tra la rabbia e l'incredulità. E la posizione di Manuel Pellegrini, adesso, è inevitabilmente in discussione.

Il bilancio dall'inizio della stagione in Premier League è a dir poco disastroso: sconfitta all'esordio contro il Liverpool (4-0) ad Anfield, poi il tonfo casalingo contro il meno quotato Bournemouth (1-2). E ancora: sconfitta all'Emirates contro l'Arsenal per 3-1, fino ad arrivare alla caduta interna con il Wolverhampton dello scorso sabato (0-1). Peggio di così era difficile. Dalle spese pazze all'harakiri in campionato, il West Ham ha messo in scena una partenza suicida che ha relegato gli Hammers in fondo alla classifica.

Premier League, partenza a rilento del West HamGetty Images

Premier League, flop del West Ham: Pellegrini è già a rischio

La pausa per le Nazionali può rappresentare un piccolo momento di serenità per il West Ham? Niente affatto. Polemiche anche durante la sosta, con Pellegrini che torna in Cile e i tifosi che si arrabbiano: perché non è rimasto insieme ai giocatori, dato che solo quattro di loro (Arnautovic, Fabianski, Snodgrass e Yarmolenko) sono stati selezionati dai rispettivi ct? La panchina del tecnico trema, il Mirror esce in prima pagina con il titolo "Avremmo dovuto tenere Moyes". Il West Ham, da parte sua, riflette.

L'eventuale esonero di Pellegrini avrebbe un costo non indifferente: secondo quanto riportato dal Times, gli Hammers dovrebbero sborsare 15 milioni di sterline. Nel contratto dell'allenatore, infatti, non è presente una clausola di rescissione, e quindi lo stesso dovrebbe essere pagato per intero, salvo ulteriori accordi tra le due parti. La società riflette, i tifosi sono impazienti. E al rientro in Premier League Felipe Anderson e compagni se la dovranno vedere, in ordine cronologico, con Everton (T) Chelsea (C) e Manchester United (C). Piove sul bagnato in casa West Ham. E Pellegrini, al momento, sembra senza ombrello.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.