Fenerbahce, riproduce la maglia con buste di plastica e ne riceve una originale

Un giovane tifoso della squadra turca ha riprodotto la casacca utilizzando delle buste di plastica: la foto è arrivata alla società che, per mano del suo presidente Ali Koç, gli ha consegnato una maglia ufficiale.

130 condivisioni 0 commenti

Share

La foto che ritrae il presidente del Fenerbahce intento a consegnare una maglia ad un giovane ragazzo può far pensare ad un nuovo colpo di calciomercato messo a segno dal club turco. L'immagine infatti richiama alla mente le classiche foto di rito scattate durante la presentazione di un nuovo calciatore. E invece no. 

Il ragazzo, in realtà, è un semplice tifoso del Fenerbahce che non avendo abbastanza soldi per comprare una maglia, l'ha riprodotta utilizzando semplicemente delle buste di plastica gialle e blu, gli stessi colori della squadra. L'immagine, dopo aver emozionato tutti sui social e sul web, è arrivata anche al club turco che si è subito messo contatto con il giovane tifoso.

Così il ragazzo è stato invitato nella sede della società dove ad attenderlo c'era una sorpresa. Il presidente dei gialloblù, Ali Koç, gli ha consegnato una maglia ufficiale che potrà indossare in occasione delle partite della sua squadra del cuore. Il momento è stato immortalato con una foto che ritrae lo scambio di maglie tra i due: è stata postata su Instagram e ha riscosso tanto successo.

Yeni çubuklu Bayram’da, Bayram’ın çubuklu Başkan’da! #yeniden #biz

A post shared by Fenerbahçe SK (@fenerbahce) on

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.