Calciomercato, spese folli in Europa: 4,5 miliardi nel 2018

Premier League in testa per investimenti, poi la Serie A con l'approdo di CR7. Più attardate Liga, Ligue 1 e Bundesliga, spicca anche la Championship.

154 condivisioni 0 commenti

di

Share

È stata un'estate frenetica, alla continua ricerca del colpo, con un gran numero di giocatori al centro delle trattative dopo la fine dei campionati e dei Mondiali in Russia. I bilanci di settembre parlano chiaro: la sessione estiva di calciomercato ha portato i club europei a spendere 4,5 miliardi di euro.

CR7Getty Images
I club europei spendono 4,5 miliardi di euro, la Serie A al secondo posto con CR7

Per la stagione 2018/2019, la corsa agli acquisti ha toccato cifre da capogiro. La quota investita in calciatori riguarda solo i 5 maggiori campionati d'Europa, con la possibilità di raggiungere i 5 miliardi se si considerano i primi 10 campionati del mondo e addirittura 5,6 miliardi allargando il cerchio ai primi 20.

Della Top 5, ovviamente, la Premier League rimane in testa grazie ad una disponibilità economica con pochi eguali. Segue la Serie A, che è tornata alla ribalta dopo le operazioni di quest'estate. Scavalcata la Liga, terza in ordine di spesa, mentre Ligue 1 e Bundesliga rimangono attardate:

CityGetty Images
Diritti TV, stadi di proprietà e sceicchi: la Premier League è ancora regina

Calciomercato, l'Europa spende 4,5 miliardi

Premier League: 1,42 miliardi

Il massimo campionato inglese può contare su una ridistribuzione dei proventi televisivi estremamente redditizia e sugli stadi di proprietà che si legano alla perfezione con la passione dei tifosi. A fronte di un'entrata complessiva di 423 milioni, la spesa ha toccato quota 1,42 miliardi, facendo registrare un passivo di un miliardo. L'arrivo di Kepa tra i pali del Chelsea, con i suoi 80 milioni di euro, è stato l'acquisto più costoso della sessione estiva.

Kepa ChelseaGetty Images
Kepa al Chelsea rappresenta l'investimento maggiore dell'estate in Premier League

Serie A: 1,12 miliardi

La netta risalita italiana rispetto agli scorsi anni permette di raggiungere addirittura il secondo posto. Gli investimenti durante il calciomercato sono aumentati del 16% rispetto al 2017, salendo da 975 milioni a 1,12 miliardi. Con l'approdo di Cristiano Ronaldo, il più costoso con 117 milioni per l'operazione complessiva, ma anche con gli arrivi di Pastore e Vrsaljko e i trasferimenti "interni" di Higuain e Nainggolan, il sorpasso alla Liga diventa realtà.

CR7Getty Images
Cristiano Ronaldo è l'acquisto più costoso dell'estate

Liga: 895 milioni

La Spagna ha perso un pezzo importante con l'addio di CR7, che sposta gli equilibri finanziari anche in fase di mercato. La Liga scende al terzo posto in termini di spesa per i calciatori, fermandosi a 895 milioni di euro. Il movimento più pesante dal punto di vista economico è stato quello di Thomas Lemar, che è approdato all'Atletico Madrid per 70 milioni.

LemarGetty Images
L'Atletico Madrid domina il mercato in Liga: 70 milioni per Lemar

Ligue 1: 590 milioni

In un campionato che vede il PSG dominare la scena finanziaria, le poche operazioni concluse in Francia creano una disparità rispetto al passato, quando Neymar ha salutato Barcellona per trasferirsi sotto la Tour Eiffel. Nonostante l'arrivo di Strootman al Marsiglia, l'operazione più costosa dell'estate riguarda sempre i campioni in carica: il diritto di riscatto esercitato su Mbappé, dopo l'arrivo nel 2017, ha permesso ad Al-Khelaifi di raggiungere i 135 milioni pattuiti col Monaco. Totale del campionato: "solo" 590 milioni.

MbappéGetty Images
Monaco-PSG, l'operazione Mbappé è definitivamente conclusa

Bundesliga: 485 milioni

Con il Bayern Monaco praticamente immobile sul mercato estivo, il tetto di spesa tedesco si ferma poco sotto i 500 milioni di euro. La parte dei "ricchi" spetta quindi al Borussia Dortmund, che con l'acquisto di Abdou Diallo dal Mainz per 28 milioni fa registrare l'operazione più costosa dell'estate in Bundesliga.

Gli altri campionati

Subito dietro il top d'Europa, nemmeno tanto a sorpresa, si piazza la Championship. La seconda serie inglese, infatti, è stabilmente tra i campionati con la più alta affluenza di tifosi, un dato che genera appeal anche dal punto di vista economico. 190 milioni spesi durante l'estate, con il Nottingham Forest che ha investito 15 milioni per l'acquisto di Joao Carvalho dal Benfica: dietro l'affare, ancora una volta, c'è Jorge Mendes.

Il primo campionato non europeo è quello dell'Arabia Saudita: 120 milioni complessivi, con l'Al-Nassr che ne spende 16,5 per portare Ahmed Musa a Riyadh. Sotto i 100 milioni, invece, gli ultimi 3 campionati che completano la Top 10: ci sono Messico, Portogallo e Belgio rispettivamente con 95, 90 e 80 milioni investiti nell'ultima sessione di calciomercato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.