Berbatov svela: "Mi voleva il Manchester City, gli risposi fan***o"

L'attaccante bulgaro svela un retroscena di mercato risalente al 2008.

Berbatov Getty Images

492 condivisioni 0 commenti

Share

Correva il 2008, Dimitar Berbatov era all'apice della sua carriera e col Tottenham era reduce da una stagione da 52 presenze, 23 gol e 14 assist. Lo volevano in tante, era tra i pezzi più ricercati.

Un giorno lo chiamò il Manchester City che gli propose un contratto da urlo, praticamente impossibile da rifiutare. Eppure Berbatov sorprese tutti, come poi ci avrebbe abituato a fare in sede di calciomercato. 

A FourFourTwo il classe 1981 ha ricordato quei giorni convulsi:

Sì, il Manchester City mi cercò e gli risposi di andare a fan***o. Dissi al mio agente che dei soldi non mi fregava nulla, volevo il Manchester United, volevo la storia, i giocatori e la tradizione

E Berbatov ottenne proprio quello che voleva. Allo United sarebbe poi rimasto quattro anni segnando 56 gol e vincendo 2 Premier League, 1 Coppa di Lega e 1 Mondiale per Club.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.