Zaniolo e i suoi fratelli: in Nazionale senza presenze in Serie A

Il giovane trequartista della Roma chiamato dal ct Roberto Mancini nonostante non abbia ancora esordito in campionato: prima di lui è successo con altri tre giocatori.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Roberto Mancini, così come ha sempre fatto sia da calciatore che da allenatore, non si fa problemi a prendere decisioni - per così dire - curiose. Lo stesso trend lo sta confermando anche in questa nuova veste di commissario tecnico della Nazionale italiana, con convocazioni che hanno aperto inevitabilmente il dibattito.

Nella lista allargata di 31 giocatori (che sarà scremata successivamente) per le due partite con Polonia (al Dall'Ara di Bologna) e Portogallo (a Lisbona) valide per la Nations League, infatti, non mancano nomi a sorpresa e debuttanti.

Su tutte, ovviamente, spiccano le chiamate per l'attaccante Pietro Pellegri del Monaco e, soprattutto, Nicolò Zaniolo della Roma. Quest'ultimo in particolare non può che sorprendere, dal momento che il classe 1999 non solo è alla prima chiamata nella Nazionale maggiore, ma fino a questo momento non ha nemmeno collezionato una sola presenza in Serie A.

Serie A, Nicolò Zaniolo convocato in NazionaleGetty Images
Nicolò Zaniolo con l'italia Under 19

Zaniolo, in Nazionale senza presenze in Serie A

Di lui si parla un gran bene, la Roma lo ha acquistato dall'Inter nel corso dell'ultima sessione di mercato per 4,5 milioni, scommettendo sulle qualità mostrate dal trequartista mancino nel campionato Primavera (nell'ultima stagione 28 presenze, 14 gol e 9 assist) e in quella manciata di minuti (261 per la precisione) con la maglia della Virtus Entella nella Serie B 2016/2017.

Al momento è questo il curriculum di Nicolò Zaniolo, che salta così direttamente dall'Under 19 alla Nazionale maggiore, senza passare (momentaneamente) neanche per l'Under 21.

Il caso del giovane nato a Massa il 2 luglio 1999 non è però unico del suo genere nella storia dell'Italia, perché prima di lui altri tre giocatori hanno debuttato in Nazionale maggiore senza aver nel loro curriculum una sola presenza in Serie A.

Marco Verratti non ha mai giocato in Serie AGetty Images
Marco Verratti, acquistato dal Psg dopo una straordinaria annata in Serie B

Prima di lui altri tre casi analoghi in Azzurro

Uno di questi, il più recente, è il centrocampista Marco Verratti (ancora oggi "vergine" di gettoni nel massimo livello italiano), acquistato dal Paris Saint-Germain nell'estate 2012 per 12 milioni, dopo un'eccezionale annata in Serie B nel Pescara di Zeman.

Prima ancora era toccato invece Massimo Maccarone, che il 27 marzo 2002 esordì in Inghilterra-Italia (grazie alle sue prestazioni in Serie B con l'Empoli e nella Nazionale Under 21), conquistandosi il rigore del 2-1 decisivo che Montella trasformò.

Il primo, invece, era stato Costantino Raffaele, addirittura nel 1929. Anche lui riuscì a esordire con la maglia azzurra senza una sola presenza in Serie A, osservato già nel 1928 (da 21enne) dal ct Augusto Rangone e chiamato poi da Vittorio Pozzo il 1° dicembre 1929: da quel momento ha collezionato 23 gettoni (e 8 reti) in Azzurro, le prime 6 da giocatore del Bari, in Serie B. Ottantanove anni dopo, ora tocca a Nicolò Zaniolo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.