Borussia Dortmund, ci risiamo: altra tripletta del 13enne Moukoko

Il baby fenomeno l'hanno scorso ha regalato il titolo U17 ai gialloneri laureandosi capocannoniere del torneo. Ieri ha segnato tre gol al Paderborn.

1k condivisioni 1 commento

di

Share

Gli sono bastati 10 minuti per chiudere la partita. 10 minuti per dimostrare che l'anno scorso non si è trattato di un caso. Youssoufa Moukoko è il talento più discusso del calcio tedesco. Ha appena 13 anni, ma in campo ne dimostra molti di più. In realtà anche a guardarlo sembra più vecchio di quel che dice, per questo in molti hanno messo in dubbio la sua età. Al Borussia Dortmund però hanno sempre ribadito: il suo certificato di nascita è stato rilasciato dal consolato tedesco in Camerun.

L'anno scorso Moukoko ha chiuso il campionato segnando 37 gol (6 su rigore) in 25 partite: lui 13 anni, gli avversari 17. Nella fase a eliminazione diretta ha incantato ancora: un gol nella semifinale d'andata, uno in quella di ritorno (contro il Leverkusen), uno, l'ultimo della partita, nella finale vinta 3-2 contro il Bayern Monaco. Grazie a lui il Borussia Dortmund U17 ha vinto il campionato nazionale.

In tutto Moukoko nella passata stagione ha quindi segnato 40 reti in 28 partite, il tutto giocando contro avversari molto più grandi di lui. Grazie alle sue prestazioni si è guadagnato anche la convocazione della nazionale tedesca U16. Mai un bambino così giovane era riuscito a esordire con i migliori talenti di quella fascia d'età. E ora Youssoufa continua a incantare.

Borussia Dortmund, altri 3 gol del 13enne Moukoko

In questa stagione infatti Moukoko, confermato nella U17 del Borussia Dortmund, nella quale resta il più giovane di tutti, ha già segnato 6 gol in 5 partite. I gialloneri sono primi con 13 punti, ma quanto fatto da Youssoufa ieri ha dell'incredibile. Il Borussia stava infatti pareggiando per 1-1 contro il Paderborn e non riusciva a indirizzare la partita.

A inizio ripresa però Moukoko si è scatenato. Dal 47' al 57' ha segnato tre gol. Una tripletta in appena dieci minuti di gioco (quindi effettivi anche meno). Il Borussia Dortmund, proprio grazie al suo exploit, è riuscito a vincere per 5-2. E a lui sono bastati 10 minuti per dimostrare di non essere solo un fuoco di paglia. E, ovviamente, per chiudere la partita.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.