Serie A, le pagelle di Parma-Juventus: Cristiano Ronaldo, ancora no

Al Tardini Allegri ringrazia Mandzukic e Matuidi in versione trascinatori. Per CR7, invece, ancora una gara con l'urlo in gola strozzato. Nel Parma brilla Gervinho.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Cristiano Ronaldo è ancora a secco in Serie A? A prendere la Juventus per mano ci pensa la doppia M: Mandzukic e Matuidi sono i trascinatori bianconeri al Tardini, contro un Parma che non ha mai mostrato alcun complesso d'inferiorità. Anzi, nel primo tempo sembravano essere gli emiliani quelli col fuoriclasse in casa: alla prima da titolare nella sua seconda vita italiana, Gervinho ha mandato in scena una prestazione da vero fuoriclasse. Un gol per l'ivoriano, un "quasi" assist per Rigoni e tante giocate sopraffine: il numero sulla maglia è il 27, eppure quel 2 è come se fosse evaporato una volta entrato in campo.

Il numero 7 vero, quello più atteso, ha invece mancato ancora una volta l'appuntamento con il gol. Ora sono tre le giornate di attesa per il primo centro dell'ex Real Madrid nel nostro campionato. Lo scorso anno, in Liga, Cristiano Ronaldo segnò quattro turni dopo il rientro dalla squalifica: l'obiettivo, al rientro dalla sosta per le Nazionali, è assolutamente quello di non eguagliare quel trend.

I leader bianconeri al Tardini, come detto, si chiamano Mandzukic e Matuidi: un gol e un assist per il centravanti croato, vero motore dell'attacco juventino. Dal francese è arrivata invece la rete del definitivo 2-1, oltre alla solita e preziosa sostanza a centrocampo. Meno brillanti gli altri big come Pjanic, Khedira, lo stesso Cuadrado in versione terzino destro al posto di Cancelo. Le risposte positive per Allegri, in ogni caso, ci sono state: anche senza la vena realizzativa di CR7, i sette volte campioni d'Italia sono in vetta a punteggio pieno.

Serie A, le pagelle di Parma-Juventus

Parma (4-3-3): Sepe 5.5; Iacaponi 5.5, B. Alves 6, Gagliolo 6.5, Gobbi 6; L. Rigoni 5 (60' Deiola 6), Stulac 6.5, Barillà 6; Gervinho 7 (60' Da Cruz 5.5), Inglese 6, Di Gaudio 6 (80' Ceravolo sv). Allenatore: D'Aversa 6.

Juventus (4-3-3): Szczesny 6.5; Cuadrado 6, Bonucci 5.5, Chiellini 6, A. Sandro 6; Khedira 6 (80' Dybala sv), Pjanic 6 (73' Emre Can sv), Matuidi 7; Bernardeschi 6 (55' D. Costa 6.5), C. Ronaldo 5.5, Mandzukic 7.5. Allenatore: Allegri 6.5.

I migliori

Mandzukic 7.5

Difficile assegnare la palma del migliore in campo tra lui e Matuidi. I bonus pesano però dalla parte del croato: suo il gol che sblocca il match, dopo neanche due minuti di gioco. E poi, se il campione del Mondo francese può insaccare la rete del 2-1, è soprattutto per merito dell'assist di tacco del gladiatore bianconero. Non fa niente se mi hai battuto nella finale mondiale, sembra suggerire quel passaggio. Potenza e tecnica, sostanza un po' sgraziata e giocate da fantasista: Mandzukic sa essere tutto questo e anche di più. Impossibile stupirsi se Allegri lo considera un titolarissimo.

Mario Mandzukic esulta dopo il gol che sblocca Parma-JuventusGetty Images
Mario Mandzukic, un gol e un assist contro il Parma

Gervinho 7

Ti aspetti il tanto atteso show di Cristiano Ronaldo, ti riscopri a esaltarti per le discese senza un domani di Gervinho. L'ex attaccante della Roma è ufficialmente tornato: dopo lo scampolo contro la Spal, la prima da titolare con la maglia del Parma sembra l'Aida che accompagna le squadre in campo. Già dopo nove minuti, il primo slalom: solo la spaccata di Alex Sandro ferma un potenziale eurogol. Poi qualche numero in mezzo al campo, prima di piazzare l'asso: sulla sponda aerea di Inglese, è lui il primo ad avventarsi sulla linea di porta. L'ultimo gol dell'ivoriano in Serie A risaliva al derby capitolino dell'8 novembre 2015: dopo quasi tre anni di pausa, Gervinho is back.

Serie A, Gervinho esulta dopo il gol del momentaneo 1-1 tra Parma e JuventusGetty Images
Gervinho torna al gol in Serie A dopo quasi tre anni

I peggiori

Cristiano Ronaldo 5.5

No, neanche stavolta. Ci ha provato, ha tirato, ha dribblato, ma no: neanche stavolta. Arrivati alla terza giornata, la Serie A aspetta ancora fiduciosa la prima rete di CR7: l'attesa è destinata a proseguire oltre la sosta per le Nazionali. Il fuoriclasse portoghese si muove da centravanti, poi si sposta a creare giocate dall'out sinistro: il risultato sono tanti "vorrei ma ancora non ci riesco". Il colpo di testa al 26', di poco fuori sull'assist da angolo di Bernardeschi, rimane la sua migliore occasione. La semirovesciata svirgolata nel secondo tempo rappresenta invece il momento del penta Pallone d'Oro.

cGetty Images

Rigoni 5

L'ex Genoa ci mette tutto l'impegno possibile e, nelle lotte a centrocampo, neanche sfigura. Il problema è che, quando Gervinho gli serve un pallone fantastico a tu per tu con Szczesny, il classe '84 spreca consegnando il pallone tra le braccia del portiere polacco. E nella ripresa è lui il malcapitato marcatore di Matuidi, nell'azione che porta il francese a siglare il gol partita. Una serata da uomo giusto per il Parma, ma nei posti sbagliati.

Luca Rigoni del ParmaGetty Images
Luca Rigoni, con il numero 32 sulla sinistra della foto

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.