Inter, scocca l'ora di Nainggolan: Spalletti trova il leader che mancava

Dopo aver saltato le prime due giornate di campionato il Ninja è pronto all'esordio con i nerazzurri. La scossa dovrà arrivare da lui.

446 condivisioni 0 commenti

di

Share

Finalmente ci siamo. L'Inter, durante l'ultimo calciomercato, ha speso tanto e acquistato molti giocatori di qualità, ma il tassello che Spalletti desiderava più di tutti (e che aveva chiesto già l'anno scorso) ancora non s'è visto. Ora però Radja Nainggolan, che il tecnico toscano ha allenato già a Roma, è pronto. Oggi il suo esordio in nerazzurro.

Contro il Bologna Nainggolan ci sarà. Ha recuperato dopo il problema al retto femorale della coscia sinistra. L'Inter lo ha aspettato, senza di lui ha sorprendentemente sofferto perdendo con il Sassuolo alla prima e pareggiando con il Torino (a San Siro) alla seconda. Ci si aspettava di più. Per questo ora le aspettative su di lui sono altissime.

Senza Nainggolan in questi 43 giorni di stop Spalletti ha dovuto inventarsi un'Inter completamente diversa da quella che era nella sua mente. Oltre al belga, infatti, il tecnico toscano ha dovuto far fronte anche alla non perfetta condizione fisica dei croati, rientrati tardi dai Mondiali in Russia. Per questo il recupero del Ninja è così importante. I nerazzurri cominciano finalmente a essere al completo, la rincorsa alle prime posizioni può partire.

Inter, a Bologna l'esordio di Nainggolan

L'assenza di Nainggolan, d'altronde, non è grave solo dal punto di vista tattico, ma anche dal punto di vista carismatico. Lui è uno che, per ruolo in campo e per carattere, è perfetto per prendere per mano la squadra. Ieri in conferenza lo stesso Spalletti ha sottolineato l'importanza del suo recupero:

Radja ci dà le vampate, l’aggressività, la velocità di idee e di sviluppo dell’azione

Smile 😃⚫🔵💙 #nainggolan #InterIsHere #inter

A post shared by Radja Nainggolan (@radjanainggolan.4) on

Caratteristiche che nelle prime due giornate sono mancate. Nonostante le polemiche dovute alla sua serata in discoteca con Corona, i tifosi dell'Inter credono fortemente in lui. Il Ninja è l'uomo giusto per voltare pagina, per dimenticare le prime due deludenti partite di campionato. Con Spalletti inoltre Nainggolan si trova benissimo: con il toscano a dirigerlo dalla panchina, il belga ha segnato 20 dei 33 gol giallorossi (uno ogni 289’ con Luciano, uno ogni 839’ senza). Per questo la sfida al Bologna è così importante. Ai rossoblù con il Cagliari ha segnato il primo gol in A, il 31 ottobre 2010. Al Dall’Ara segnò anche il primo gol giallorosso. Era il 22 febbraio 2014, un sabato come oggi. E finalmente, dopo l'infortunio, ci siamo: può cominciare anche la sua avventura con l'Inter.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.