Europa League, si sfidano Lipsia e Salisburgo: è il derby della Red Bull

Austriaci e tedeschi sono state sorteggiati nel Gruppo B: entrambe le società sono controllate dalla RB e tra loro non scorre propriamente buon sangue.

323 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un derby. Di lingua, di cultura, di proprietà. L'anno scorso il sorteggio aveva evitato l'imbarazzo alla Uefa, ma quest'anno il derby ci sarà subito. Lipsia e Salisburgo sono state inserite nello stesso girone (il B) di Europa League. Un incrocio che fa rumore visto che entrambe le società sono strettamente legate alla Red Bull e al suo proprietario Mateschitz.

La Uefa un anno fa ha controllato i documenti per assicurarsi che le due società fossero distinte, altrimenti avrebbe escluso una delle due dalle competizioni europee. Per garantire la regolarità dei tornei, infatti, i club devono rispettare determinati criteri.

Fra questi quello secondo il quale nessuna entità individuale o legale può avere il controllo di più di un club partecipante. E che Salisburgo e Lipsia siano legati alla Red Bull, quindi a Mateschitz, è evidente. Eppure Lipsia e Salisburgo sono società ben divise. La RB è infatti proprietaria della società tedesca mentre, in Austria, risulta essere solo main sponsor. 

Europa League, Lipsia e Salisburgo nello stesso girone: è derby della Red Bull

Documenti alla mano, la situazione si era già presentata nel 2014-15 quando il Wolfsburg, che appartiene alla Volkswagen, si ritrovò in Europa League insieme alla Fiorentina, sponsorizzata dalla casa automobilistica tedesca. 

Curioso che nonostante la vicinanza fra le società, tra le tifoserie di Lipsia e Salisburgo non corre buon sangue. Il motivo? I tifosi austriaci si sentono una vera e propria succursale del club tedesco. Negli ultimi anni, infatti, sono tanti i giocatori che sono passati dal club austriaco a quello tedesco. Proprio per questo motivo i tifosi del Salisburgo scrissero una lettera aperta a Mateschitz nella quale affermavano di essere stufi di essere il self service dei cugini.

L'anno scorso gli austriaci sono arrivati fino alla semifinale di Europa League, mentre il Lipsia si è fermato ai quarti. Anche per questo c'è voglia di dimostrarsi ancora superiori. Ecco perché quello fra Lisia e Salisburgo sarà un derby. Di lingua, di cultura, e, di fatto, anche di proprietà.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.