Europa League 2018/2019, i risultati dei playoff: fuori l'Atalanta

I bergamaschi escono ai rigori e non potranno ripetere la bella cavalcata della scorsa stagione. Tutti i risultati delle gare che valevano l'accesso ai gironi della competizione.

Fase di gioco di Copenhagen-Atalanta Twitter/@Atalanta_BC

160 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il sogno dell'Atalanta di Gasperini di ripetere la splendida cavalcata compiuta nella scorsa edizione di Europa League, che vide i nerazzurri cadere solo all'ultimo minuto contro il più quotato Borussia Dortmund, sfuma già alla fine di agosto, a un passo dalla qualificazione ai gironi. A 11 metri, per l'esattezza, quelli da cui il Papu Gomez, senz'altro il giocatore più significativo della Dea, calcia sulla traversa il terzo rigore nerazzurro nella lotteria finale, a cui si è arrivati dopo il doppio 0-0 tra andata e ritorno.

Pur mostrandosi in molti frangenti superiori al Copenhagen, infatti, gli uomini di Gasperini non riescono a trovare la via del gol e cadono così dal dischetto. Prima di Gomez ha sbagliato anche Cornelius, un ex, a cui però ha fatto seguito l'errore dei danesi con N'Doye. L'errore del Papu invece non viene recuperato, e così l'Atalanta saluta l'Europa League, mancando l'accesso ai gironi di un torneo che poteva essere una splendida avventura e che invece sarà costretta a guardare da spettatrice.

Non passano necessariamente i migliori, ma il calcio è anche questo: contano i gol, una lezione che saranno in tanti a imparare al termine delle gare di ritorno dei playoff. 

Europa League 2018/2019, i risultati dei playoff

In Russia risorgono i Rangers di Glasgow, sulla strada per tornare alla grandezza perduta a causa dei guai finanziari e capaci di difendere l'1-0 dell'andata con un 1-1 che li vede in inferiorità numerica dal 38' e addirittura in 9 contro 11 quando mancano più di venti minuti alla fine. Avanti ai rigori l'Astana, che elimina un Apoel capace di sbagliare i primi quattro tiri dal dischetto (su 9 rigori ne vengono realizzati in tutto appena 3) mentre a tenere alto l'onore di Cipro ci pensano l'AEK Larnaca, che distrugge il Trencin con un netto 3-0, e l'Apollon che passa sul Basilea per via dei gol segnati in trasferta.

Il Lipsia trova l'accesso ai gironi di Europa League proprio in extremis, con un rigore realizzato da Forsberg che vale il 3-2 sull'ostico Zorya, capace di condurre in Germania fino a venti minuti dal termine e che con il 2-2 sarebbe passato, e sempre con un rigore nel finale (81') il Sarpsborg beffa il Maccabi Tel-Aviv trovando il gol che vale la qualificazione: i norvegesi cadono 2-1 ma passano in virtù della vittoria 3-1 dell'andata. Avanti anche il Dudelange, che fa fuori i rumeni del Cluj: per la prima volta il Lussemburgo avrà una squadra, rappresentante una cittadina con meno di 20mila abitanti, nella fase a gironi.

Passano i russi dello Zenit e con loro anche i pittoreschi azeri del Qarabag, che eliminano con un netto 3-0 i moldavi dello Sheriff. Netta anche l'affermazione del Ludogorets, che abbatte la Torpedo Kutaisi con un 4-0 che vede anche l'ex-Fiorentina e Verona Campanharo segnare una doppietta. Dopo aver pareggiato in Svezia, il Midtjylland crolla in casa nel derby scandinavo contro il Malmo e saluta la competizione. Avazano facilmente Besiktas e Rosenborg: i turchi hanno facilmente la meglio del Partizan Belgrado, i norvegesi superano 2-0 in trasferta lo Shkendija dopo aver vinto in scioltezza anche all'andata.

Fuori dal torneo anche il FCSB, ovvero la rinata Steatua Bucarest che vince ma non riesce a ribaltare la sconfitta dell'andata patita contro il Rapid Vienna. Avanti i belgi del Genk - eliminato il Brondby - mentre i quasi omonimi connazionali del Gent devono cedere il passo ai rinomati francesi del Bordeaux e gli slovacchi dello Spartak Trnava hanno facilmente la meglio degli sloveni dell'Olimpia Lubiana. Non riesce la rimonta al Burnley di Sean Dyche, che dopo aver perso in casa dell'Olympiacos 3-1 nella gara di andata trova solo un pareggio al ritorno pur con la spinta entusiasta dei propri tifosi, che devono già dire addio all'Europa.

Il Celtic archivia la pratica Suduva dopo aver sofferto oltre il dovuto all'andata: il ritorno in Scozia è una pura formalità, un 3-0 firmato da Griffiths (gol numero 100 con la maglia dei Bhoys) McGregor e Ajer che porta il club di Brendan Rodgers, da sette anni vincitore della Scottish Premiership, ai gironi. Passa il turno anche il Siviglia, che supera il Sigma Olomuc con un netto 3-0 aperto dall'ex-Roma Gonalons e chiuso da Ben Yedder.

  • AEK Larnaca v Trencin = 3-0 (1-1)
  • Apollon v Basilea = 1-0 (2-3)*
  • Astana v Apoel = 1-0, 2-1 d.c.r. (0-1)
  • Besiktas v Partizan = 3-0 (1-1)
  • Bordeaux v Gent = 2-0 (0-0)
  • Brondby v Genk = 2-4 (2-5)
  • Burnley v Olympiacos = 1-1 (1-3)
  • Celtic v Suduva = 3-0 (1-1)
  • CFR Cluj v Dudelange = 2-3 (0-2)
  • Copenhagen v Atalanta = 0-0, 4-3 d.c.r. (0-0)
  • FCSB v Rapid Vienna = 2-1 (1-3)
  • Ludogorets v Torpedo Kutaisi = 4-0 (1-0)
  • Maccabi Tel-Aviv v Sarpsborg = 2-1 (1-3)
  • Midtjylland v Malmo = 0-2 (2-2)
  • Molde v Zenit = 2-1 (1-3)
  • Qarabag v Sheriff = 3-0 (0-1)
  • RB Lipsia v Zorya = 3-2 (0-0)
  • Shkendija v Rosenborg = 0-2 (1-3)
  • Siviglia v Sigma Olomuc = 3-0 (1-0)
  • Spartak Trnava v Olimpia Lubiana = 1-1 (2-0)
  • Ufa v Rangers = 1-1 (0-1)

*Apollon passa in virtù della regola riguardante i gol segnati in trasferta.

Accedono così alla fase a gironi della UEFA Europa League 2018/2019 le seguenti squadre:

  • AEK Larnaca
  • Apollon
  • Astana
  • Besiktas
  • Bordeaux
  • Celtic
  • Copenhagen
  • Dudelange
  • Genk
  • Ludogorets
  • Malmo
  • Olympiacos
  • Qarabag
  • Rangers
  • Rapid Vienna
  • RB Lipsia
  • Rosenborg
  • Sarpsborg
  • Siviglia
  • Spartak Trnava
  • Zenit

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.