Premier League, la dieta Emery all'Arsenal: "Basta succhi di frutta"

Il successore di Arsene Wenger vuole incidere sempre di più sul gruppo e controlla i giocatori anche dal punto di vista alimentare: bannati i succhi di frutta.

536 condivisioni 0 commenti

di

Share

Da quando è arrivato in Premier League sulla panchina dell'Arsenal, segnando un taglio netto con un passato lungo 22 anni chiamato Arsène Wenger, Unai Emery sta tentando di imprimere un nuovo marchio di fabbrica sui Gunners.

Tuttavia, come è normale che sia, questo suo processo di rinnovamento passa anche attraverso qualche buona abitudine del passato, come ad esempio il controllo della forma fisica dei giocatori, tramite una dieta rigida e l'implementazione di una palestra in un padiglione a fianco del campo di allenamento.

Così come faceva Wenger, cultore di uno stile di vita sano ai limiti del maniacale (con l'utilizzo di esperti del settore e nutrizionisti), pure l'allenatore spagnolo, che in estate è approdato in Premier League firmando un triennale da 15 milioni di sterline con l'Arsenal, tiene sotto osservazione il regime alimentare dei suoi ragazzi.

Premier League, la dieta di Emery all'Arsenal

Anche Emery infatti ha deciso di continuare sulla linea tracciata dal manager francese (i cui metodi sono stati oggetto di numerosi approfondimenti da parte dei tabloid inglesi nel corso dei 22 anni di militanza sulla panchina londinese), confermando regolari esami del sangue e dell'idratazione per tutti i componenti della rosa. 

L'ex Siviglia ci sta mettendo però anche del suo ed è andato a modificare leggermente il tipo di dieta che i giocatori avevano tenuto fino a pochi mesi fa, dalla quale già mancavano alcolici e cibo spazzatura. Lo ha fatto, tra le altre cose, eliminando addirittura la possibilità di bersi un semplice succo di frutta.

L'allenatore dell'Arsenal, racconta il Mirror, ha preso queste decisioni perché convinto che ogni minimo particolare possa fare la differenza nel corso delle partite, sicuramente anche il controllo delle calorie ingerite. Dopo aver vinto la sua prima gara in Premier League, d'altronde, Emery vuole subito dare seguito ai risultati e battere il Cardiff questo weekend. Per riuscirci non va lasciato nulla al caso. Nemmeno un semplice (almeno apparentemente) succo di frutta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.