Roma: sospiro di sollievo per Florenzi, Di Francesco operato alla mano

L'allenatore giallorosso operato dopo il pugno dato alla panchina nel corso della sfida all'Atalanta. Sospiro di sollievo per Florenzi: escluse lesioni al ginocchio.

632 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un pareggio da tre punti di sutura e un dito rotto. Per Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma, la partita pareggiata per 3-3 dai suoi in rimonta all'Olimpico contro l'Atalanta nel posticipo della seconda giornata di Serie A resterà un segno indelebile: non solo per le emozioni di una partita dai due volti, dominata dai bergamaschi nel primo tempo e riacciuffata con classe e orgoglio dai giallorossi nella ripresa, ma anche per i postumi.

L'allenatore della Roma ha infatti vissuto in maniera verace la sfida, fino a sferrare un pugno di rabbia sulla panchina che ospitava i suoi calciatori e i componenti dello staff medico in seguito al centro del 3-3 firmato da Manolas: una gioia pagata a caro prezzo, come lo stesso Di Francesco aveva dimostrato già al fischio finale, presentandosi davanti alle telecamere di Sky con una vistosa fasciatura alla mano sinistra.

Il pugno con il quale Di Francesco aveva sfogato tutta la sua rabbia sul vetro della panchina ha provocato la frattura del quinto metacarpo della mano sinistra e questa mattina l'allenatore giallorosso è stato operato a Villa Stuart. Sarà alla guida dei suoi già venerdì sera contro il Milan, nell'anticipo della terza giornata. Contro i rossoneri non ci sarà invece Alessandro Florenzi, per il quale il bollettino medico ha però lasciato tirare un grosso sospiro di sollievo: il numero 24 giallorosso aveva chiesto la sostituzione dopo il centro del 2-3 toccandosi il ginocchio sinistro, già operato a ottobre 2016 e febbraio 2017. I pericoli di una lesione sembrano scongiurati: i primi esami hanno accertato un trauma distrattivo, con stop di due settimane per il vice-capitano della Roma. 

Roma: sospiro di sollievo per Florenzi, Di Francesco operato alla mano

Questo pomeriggio Florenzi non sarà tra i presenti all'allenamento che Di Francesco dirigerà regolarmente a Trigoria alle 16,45. La corsa verso la trasferta contro Milan di venerdì sera ha già avuto il via e alla sfida di San Siro la Roma arriverà con la necessità di limare gli errori difensivi, apparsi numerosi e grossolani nel primo tempo contro l'Atalanta, e di trovare una precisa identità tattica. Il 4-2-3-1 visto nel secondo tempo sembra in questo momento l'abito più congeniale agli interpreti giallorossi, anche se lo stesso allenatore ha ammesso che in questo momento la priorità è quella di migliorare la condizione fisica generale: 

Devo dare merito all'Atalanta, ha una condizione fisica strepitosa al momento. Andavano al doppio di noi, che siamo un diesel. Abbiamo dato palla indietro al portiere 50 volte, ci mancava velocità di pensiero, poi ci siamo ripresi nel secondo tempo. Il pugno alla panchina? Divento matto, vorrei più attenzione nell'interpretazione della partita.

Dall'infermeria, tutto sommato, le notizie che arrivano per la Roma sono confortanti: danni limitati per Florenzi, minimi per Di Francesco. Che in questo momento ha tra le mani un cantiere aperto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.