Premier League, il Chelsea vince e il Sarri-ball diventa virale

Nonostante la stentata vittoria ottenuta sul Newcastle solo nel finale, il gioco espresso dai Blues fa impazzire l'Inghilterra e diventa un vero e proprio fenomeno social.

3k condivisioni 1 commento

di

Share

Se lo scorso 14 luglio, quando finalmente riuscì a firmare un triennale con il Chelsea dopo un corteggiamento durato quasi due mesi, i dubbi sull'impatto che Maurizio Sarri e la sua idea di calcio avrebbero potuto avere sulla Premier League erano fondati, oggi si può senz'altro dire che gran parte di questi sono spariti.

Certo, l'ultima vittoria contro il Newcastle (la terza in tre giornate) è arrivata soltanto nei minuti finali e grazie a un autogol degli avversari; certo, nella precedente sfida contro l'Arsenal un quarto d'ora di black-out difensivo aveva rischiato di compromettere una gara giocata ad altissimo livello. 

Eppure, gara dopo gara, i meccanismi del Chelsea sembrano affinarsi, la squadra viaggia ancora a punteggio pieno in Premier League e soprattutto mostra un gioco magari ancora poco concreto ma che ha permesso ai Blues di dominare letteralmente il campo contro qualsiasi avversario incontrato finora, escluso il City di Guardiola che ha inflitto ai Blues una cocente sconfitta 2-0 nel Community Shield.

Premier League, il Chelsea vince e il Sarri-ball diventa virale

Si trattava della prima partita di Sarri sulla panchina dei Blues, contro un avversario formidabile e dai meccanismi perfettamente oliati. Eppure bastò quel passo falso per fare insorgere parte della stampa anglosassone e della stessa tifoseria, che non mancò di ricordare all'allenatore il fatto di non aver mai vinto alcun trofeo in carriera avvisandolo inoltre che Abramovich non gli avrebbe concesso lo stesso tempo concesso a suo tempo a Napoli da De Laurentiis.

Venne coniato persino un hashtag, #sarriout, qualcosa che oggi, dopo appena venti giorni, fa sorridere e sembra soprattutto appartenere a un tempo incredibilmente lontano. Oggi il Chelsea è la nuova sensazione della Premier League, il primo club in Europa a superare - dopo appena 270 minuti - quota 2000 passaggi completati. E se è vero che la vittoria ottenuta 2-1 sul campo del Newcastle di Rafa Benitez può apparire striminzita nel punteggio, il discorso cambia completamente guardando le statistiche.

Al St. James Park i Blues di Sarri hanno ottenuto un'impressionante 82% di possesso palla, mettendo insieme 834 passaggi contro i 128 del Newcastle, dominando il gioco dal primo all'ultimo minuto e costringendo i rivali costantemente nella propria area di rigore. Il Sarri-ball ha funzionato ancora, insomma, ed è stato solo per la scarsa consistenza di chi doveva finalizzare il lavoro che la partita non è stata decisa ben prima dell'autogol di Yedlin arrivato a 3 minuti dalla fine.

Il solo Jorginho, regista della squadra e acquisto contestato e considerato inadatto ai ritmi della Premier e da molti sicuro flop, ha completato 158 passaggi, ben 30 in più di quelli messi insieme dall'intera squadra avversaria. E il web, i social, gli stessi che crocifiggevano Sarri dopo una sconfitta a furia di hashtag e articoli al veleno, oggi lo esaltano prevedendo per lui un futuro luminoso e trasformando lui e il Chelsea un vero e proprio fenomeno virale.

E se è vero che la terza vittoria in campionato è arrivata più grazie alle iniziative di uno straripante Alonso - ancora una volta migliore in campo - è altrettanto vero che il modulo di Sarri è complesso, necessita di tempo per essere assimilato per poi rendere al meglio. E che se il buongiorno si vede dal mattino, e questo Chelsea che rimane un cantiere aperto è già capace di esprimersi così, si può essere quasi certi che il meglio deve ancora arrivare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.