Florida, spari al campionato di Esports: 4 morti e 11 feriti

La diretta streaming del torneo di videogame ha trasmesso gli spari: l'uomo ha ammazzato tre persone nei pressi di un centro commerciale e poi si è tolto la vita.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Un'altra tragedia provocata dalle armi da fuoco colpisce al cuore gli Stati Uniti: l'epicentro del terrore questa volta è Jacksonville, in Florida. Il bilancio è di almeno 4 morti, tra cui lo stesso aggressore, e 11 feriti. La strage è maturata, stando alle prime ricostruzioni, nel corso di un torneo di videogame i cui giocatori erano alle prese con Madden, celebre titolo riguardante il football americano sviluppata e prodotta da Electronic Arts.

Il torneo di Madden era in corso al GLHF Game Bar di Jacksonville nel Jacksonville Landing, un complesso di ristoranti, negozi, locali e spazi pubblici sulla riva del fiume St. Johns, e coinvolgeva centinaia di spettatori e partecipanti. Nel corso della manifestazione, un uomo ha iniziato a sparare all'impazzata verso i presenti, ferendone alcuni e ammazzandone tre, prima di togliersi la vita. L'autore della strage è uno dei partecipanti al torneo di videogame: a spiegarlo è stato Steven "Stevevj" Javaruski, uno dei concorrenti, al Los Angeles Times.

Il momento in cui gli spari hanno avuto il via è stato registrato dalla diretta streaming del torneo e presto è stato riproposto in rete attraverso centinaia di account Twitter. La polizia non ha confermato ufficialmente il numero di morti, ma un ingente numero di agenti ha isolato la zona e ha chiesto ai presenti nell'area di non muoversi dai posti nei quali si sono rifugiati.

Esports, strage a Jacksonville: partecipante a un torneo ammazza 3 persone e si toglie la vita

Secondo le testimonianze rese al Los Angeles Times, l'uomo che ha esploso i colpi mortali per sé e altre tre persone ha agito dopo aver perso nel torneo di Madden, circostanza non ancora confermata però dalla polizia di Jacksonville. Nel video mandato in onda dai principali network televisivi americani, si sentono una decina di spari, seguiti da urla di panico e paura tra la folla. Sulla vicenda è intervenuta vita Twitter anche la EA Sports, produttrice del videogame Madden.

Stiamo collaborando con le autorità per ricostruire l'andamento dei fatti: è una situazione orribile.

Nella sparatoria sono quindi complessivamente morte 4 persone, incluso l'aggressore, e almeno altre 11 sono rimaste ferite: lo sceriffo Mike Williams ha raccontato in conferenza stampa che i sospetti sono concentrati su "un maschio bianco non ancora identificato". La Florida - uno degli stati Usa con meno freni sull'acquisto di armi - piange un'altra tragedia a sei mesi di distanza dalla "strage di San Valentino” nel liceo Marjory Stoneman Douglas di Parkland, quando furono registrati 17 morti e 17 feriti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.