Gran Premio Silverstone cancellato. Dovizioso: "Non ero in riunione"

Dopo la cancellazione della gara, Andrea Dovizioso annuncia che nessuna riunione è stata ufficialmente convocata dalla Safety Commission.

Andrea Dovizioso al GP di Silverstone Getty Images

53 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il GP di Silverstone è stato cancellato tra mille polemiche, non solo per le pessime condizioni dell'asfalto, ma anche per il modo in cui la Race Direction ha deciso l'annullamento della gara. Poco dopo le 17:00 è stata indetta una conferenza stampa da Mike Webb, Loris Capirossi e Franco Uncini che hanno messo in chiaro i motivi della decisione, ma Andrea Dovizioso ha sollevato qualche reclamo sulle modalità di gestione da parte della Safety Commission che pare non abbia convocato ufficialmente una delegazione dei piloti.

I lavori di riasfaltatura si sono rivelati un flop, l’amministratore delegato Stuart Pringle ha lasciato intendere che in attesa di dati certi metterà sotto investigazione l’azienda che ha svolto il restyling dei circa 6 km del circuito. Franco Uncini ha ammesso che sarà avviata un'indagine da parte dei proprietari del circuito, che avrà una durata di circa sei settimane per accertare eventuali responsabilità. Per il prossimo anno bisognerà evitare che il problema si ripeta dato che tra il circuito di Silverstone e Dorna c’è un accordo fino al 2020 e in Gran Bretagna la pioggia non è una rarità. A monte del problema ci sarebbe stato un budget irrisorio per lo svolgimento dei lavori, pari a 3 milioni di sterline, rispetto ai 20 milioni necessari per un'opera perfetta.

Con l'annullamento della tappa inglese ad essere maggiormente penalizzato è forse il team Ducati che partiva con entrambi i suoi alfieri in prima e seconda posizione, dimostrando di avere un passo in più sul bagnato. A trarne vantaggio è Marc Marquez, in difficoltà nelle libere e nelle qualifiche, che conserva intatto il suo vantaggio sugli inseguitori quando mancano appena sette gare alla conclusione del Mondiale.

GP di Silverstone, Dovizioso contro Marquez anche fuori pista

Dopo la decisione annunciata dalla Race Direction di annullare il GP di Silverstone, Andrea Dovizioso ha rimproverato una certa impreparazione nel gestire certi casi estremi.

Non ho capito cosa è successo, come e perchè, io non sono stato chiamato alla riunione e non credo sia stata organizzata una riunione tra piloti. Alcuni piloti sono voluti andare a dire la propria opinione e di conseguenza altri, vedendo in televisione, si sono aggiunti. Credo sia andata così, non sono sicuro, è stata una gestione abbastanza strana. Bisognerebbe organizzarle meglio queste cose. Credo che le condizioni non ci fossero per correre, però è stato fatto un po' di casino. Ieri è stato cambiato l'orario di partenza per cercare di correre, perchè le previsioni sembravano migliori, purtroppo non è stato così. Alla fine sembrava che dovevamo aspettare tutto il giorno una gara fino alle 7 di sera e da un momento all'altro invece non è andata così... Troppo strano.

Marc Marquez, interpellato sulla medesima questione, ha dato una versione un po' differente dal pilota Ducati.

Dal camion ho visto che qualcuno andava e il mio team ha detto che c'era un meeting di piloti organizzato dalla Safety Commission, abbiamo parlato tutti e deciso che la sicurezza era la cosa più importante. L'elemento di discussione è stato l'asfalto, con un asfalto giusto non sarebbe successo. Quindi tutti abbiamo deciso di prendere questa responsabilità. Noi piloti vogliamo essere in pista ma la sicurezza prima di tutto.

Ma il GP di Silverstone è un altro motivo di sfida tra due dei principali contendenti al titolo iridato pur senza scendere in pista. Andrea Dovizioso ribadisce la sua versione e deve rimandare la corsa al vertice al prossimo GP di Misano in programma fra due settimane.

L'ha girata un po' come gli veniva comodo, ripeto: secondo me la gestione non è stata giusta, non metto in dubbio la decisione. Non c'erano le condizioni... io parlavo di altro. Bisogna migliorare alcune cose che non vanno benissimo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.