Gol e citazioni dei Simpson: al Sunderland tutti pazzi per Max Power

Nel Sunderland precipitato in terza divisione brilla la stella di un calciatore che ha già conquistato tutti grazie a un nome davvero particolare ma non solo.

881 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci voleva un supereroe per far tornare la luce allo "Stadium of Light", casa di uno dei club più antichi e affascinanti nella storia del calcio inglese e mondiale. Il Sunderland, capace nei primi 15 anni di Football League (l'antenata dell'attuale Premier) di vincere 4 volte il campionato e di piazzarsi altrettante volte tra le prime tre guadagnandosi il soprannome di "The Team of All Talents" per il bel gioco espresso.

Altri tempi, certo, quelli di un football che a cavallo tra l'800 e il '900 in Inghilterra era già fenomeno di massa ma che ancora doveva "diventare grande". Con l'ascesa dei club metropolitani era chiaro che il Sunderland avrebbe faticato a restare nell'élite, eppure la stessa squadra che oggi gioca nella Football League One, il terzo gradino della piramide calcistica inglese, fino a due anni fa sfidava settimanalmente Manchester City, United, Liverpool e Chelsea.

Poi sono arrivate due cocenti retrocessioni consecutive, una batosta che ha fatto toccare al club un fondo che, nei suoi 118 campionati disputati (86 in prima divisione, 30 in seconda) era stato toccato soltanto un'altra volta, nel 1987. Allora era seguito un pronto riscatto, due promozioni in tre anni e i Black Cats di nuovo in massima serie, un'impresa da ripetere assolutamente e che tra i protagonisti potrebbe avere un eroe dal nome insolito che è già molto amato dai tifosi: Max Power.

Max Power in azione con la maglia del SunderlandGetty Images

Gol e citazioni dei Simpson: al Sunderland tutti pazzi per Max Power

Alla corte dei Black Cats, Max Power è arrivato lo scorso 9 agosto in prestito - ma con riscatto praticamente scontato nel prossimo gennaio - dal  Wigan, dove in tre anni è stato uno dei protagonisti di una doppia promozione dalla League One alla Championship e dove aveva perso il posto da titolare in seguito all'acquisto da parte dei Latics proprio di una stella del Sunderland retrocesso, Darron Gibson. 

Centrocampista centrale a tutto campo, versato soprattutto in fase offensiva dove può far valere buone doti tecniche e grande creatività, Max Power è già un beniamino dei tifosi dello "Stadium of Light", che ancora prima di vederlo all'opera in campo già lo avevano ironicamente indicato come un idolo: il suo nome infatti è identico a quello assunto da Homer Simpson nel corso della tredicesima puntata della decima stagione dei Simpson, una delle più amate dai fan della serie.

Da piccolo Max temeva che i suoi lo avessero chiamato così proprio riferendosi a quella puntata - che invece era uscita quando lui già aveva sei anni - e all'età di 8 anni rifiutò l'ingresso nelle giovanili del Liverpool, incapace di lasciare quel Tranmere Rovers in cui era appena entrato e con cui sarebbe cresciuto, capitano in ogni selezione giovanile, fino all'esordio da professionista avvenuto nel 2011.

Abile a giostrare in tutte le posizioni del centrocampo, come interno, trequartista, ala destra e persino terzino di spinta, Max diventa presto uno dei punti di forza del club, facendosi notare ad alti livelli al punto che pare che su di lui ci siano il Burnley e i due club più importanti di Scozia, Rangers e Celtic. Alla fine la spunta nel 2015 il Wigan, che anche grazie al contributo importante di Power (44 presenze, 6 gol, numerosi assist, giocatore dell'anno per i tifosi) centra la promozione in Championship.

Al livello superiore, però, non si confermano né la squadra né lo stesso Max, incapace di lasciare il segno. Arriva un'immediata retrocessione e poi un pronto riscatto, una nuova promozione dalla terza alla seconda serie con il centrocampista che sembra ritrovato. Visti i precedenti, però, raggiunta la Championship il Wigan decide di operare dei rinforzi, e l'evoluzione del calciomercato porta Max Power fuori dal giro dei titolari. Dopo tre stagioni ecco l'addio ai Latics e l'arrivo a Sunderland.

Per i Black Cats, al di là del nome suggestivo che ha già scatenato i tifosi, non è un rinforzo di poco conto: già due promozioni in carriera dalla League One, nell'ultima stagione Max Power ha giocato 49 partite segnando 5 gol e servendo 8 assist, disimpegnandosi in ogni zona del campo e distinguendosi per costanza di rendimento. Dal suo arrivo il club ha raggiunto la seconda posizione in classifica alle spalle del Peterborough e Max ha già segnato due reti consecutive, nel 3-0 casalingo rifilato allo Scunthorpe e nella vittoria 4-1 in trasferta in casa del Gillingham.

La stagione sarà ancora lunghissima e piena di incognite per il Sunderland, e non sarà facile nonostante tutto centrare quella promozione che tanti si aspettano dopo due anni vissuti come un incubo. Serviranno gambe e testa, servirà la bravura nell'affrontare ogni singola partita senza guardare troppo alla classifica, pensando 90 minuti alla volta, servirà il contributo di ogni giocatore in rosa. Una certezza, però, sembra già essersi instillata nei cuori dei fans Mackem: fedele al suo nome, Max Power darà sempre il massimo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.