Serie A, a volte ritornano: 5 fotogrammi per descrivere Napoli-Milan

Tanti incroci al San Paolo: nell'anticipo del sabato è andata in scena una delle più classiche rimpatriate tra amici.

Serie A, l'abbraccio tra Gattuso e Ancelotti Getty Images

387 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quella del San Paolo non sembrava una partita di calcio. No: era più una rimpatriata, la cena di classe del liceo. Mancavano le pizze, ma a Napoli basta poco per trovarne una. C'erano però i vecchi amici, quelli di sempre, che nonostante le strade divise si ritrovano e si abbracciano. E c'era anche quel compagno di classe che se n'è andato male, lasciandosi male con alcuni compagni. Quel ragazzo si chiama Gonzalo Higuain.

La Serie A dei volti vecchi: dai fotogrammi del passato riemerge l'abbraccio tra Ancelotti e Gattuso prima dell'inizio della partita. Sembra di essere tornati al 2007, alzando il volume si può sentire "Fotoricordo" dei Gemelli Diversi. Tante vittorie condivise, oggi due panchine divise da colori diversi. L'affetto però è rimasto immutato: grandi sorrisi, la cena di classe può cominciare.

Mangiano tanto entrambe le squadre, ma la vera indigestione è quella del Napoli, che si abbuffa nel secondo tempo: tre portate e Milan battuto, la Serie A vede ancora gli azzurri protagonisti. Ancora insieme alla Juventus. Tre squadre citate, in tutte ha giocato Higuain, fischiato nuovamente al San Paolo. Ha ricevuto applausi, invece, Pepe Reina. Di nuovo: si separano le strade, resta l'affetto.

Serie A, fotogramma n°1: l'abbraccio Gattuso-Ancelotti

Il nastro viene riavvolto all'improvviso: ci troviamo ancora in Serie A, Ancelotti aveva qualche anno in meno, Gattuso era un po' più in forma fisicamente e aveva i capelli lunghi, selvaggi. Oggi sono cambiati entrambi, ma l'amicizia è rimasta lì, inchiodata a quei momenti. Fotogrammi indelebili.

2) Bonaventura Chan

Bonaventura non doveva salutare nessuno e allora si è concentrato solo sul campo: alla prima occasione buona, il numero 28 rossonero ha ripassato le lezioni di Jackie Chan e si è esibito in una sforbiciata volante perfetta. Arti marziali estemporanee

3) All in Zielinski

Dal karate al poker: Zielinski decide di giocarsi tutta la posta in palio con una doppietta fantastica. Il Napoli, che in questo fotogramma è travestito da Allan, si aggrappa letteralmente alle spalle del polacco. Che vince la sua partita con una coppia d'assi, annullando di fatto il Jack rossonero.

4) Lo stop di Higuain

Era anche la sua partita: dentro l'area di rigore l'argentino ha deluso (tiro alle stelle a tempo quasi scaduto), ma in mezzo al campo ha fatto vedere cose straordinarie. Come questa combo stop+giravolta. 

5) L'esultanza di Mertens

Poi è entrato Mertens e ha risolto la partita. Dopo averlo fatto, si è concentrato su la cosa più importante per lui: l'esultanza. Ne ha fatte di stravaganti (quella in cui ha imitato un cane per una buona causa, ad esempio), ma questa volta il livello di stranezza ha raggiunto vette incredibili: il belga si è leccato le dita e lo ha passate sopra la telecamera. Spiegaci, Dries.

Fotogramma Bonus - Altre vecchie amicizie

Prima Reina e il San Paolo, poi Ancelotti e Gattuso, infine Mertens e lo stesso Reina: la rimpatriata continua, la pizza è già in forno. E l'amicizia, ancora una volta, resta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.