Serie A, Gattuso: "L'obiettivo del Milan è il quarto posto"

Il tecnico rossonero parla in conferenza stampa alla vigilia del big match del San Paolo contro il Napoli.

449 condivisioni 0 commenti

Share

Sfiderà il suo ex allenatore, il suo maestro, il suo mentore. Domani al San Paolo Gennaro Gattuso affronterà con il suo Milan il Napoli di Carlo Ancelotti, tecnico con cui da giocatore ha vinto tutto quello che si poteva vincere. "L'ho sentito ieri - ha detto Gattuso in conferenza - e mi ha chiesto se voglio le mozzarelle. Per me è stato più di un allenatore e devo ammettere che nei momenti di difficoltà gli ho fatto qualche chiamata...".

Per Gattuso e il Milan sarà la prima partita di campionato dopo il rinvio della sfida casalinga col Genoa dovuto alla tragedia del crollo del Ponte Morandi. Una partita speciale che non vede l'ora di affrontare: 

Nelle gambe abbiamo 50 giorni di preparazione, ci aspetta una stagione con tanti impegni e io sono ottimista. Devo esserlo e trasferire positività ai miei ragazzi

Poi gli viene chiesto se il Milan può puntare allo Scudetto: 

Sacchi mi ha dato una mazzata dietro al collo. Ancora siamo lontani, possiamo arrivarci col tempo. Noi dobbiamo pensare a migliorare la posizione dell'anno scorso e centrare il quarto posto che vale la qualificazione in Champions League. Abbiamo un bel motore pieno di benzina ma dobbiamo sistemare la fase difensiva ed evitare di prendere troppi gol

Su Ancelotti: 

Abbiamo un bellissimo rapporto, per me è un maestro e per essere come lui devo ancora mangiare tanta pasta asciutta. Ma posso dire che andremo a Napoli per fare bella figura. Ancelotti mi ha sempre piacevolmente stupito per la sua semplicità. Scherzava alla fine di ogni seduta d'allenamento, come Nereo Rocco. Nessuno ne ha mai parlato male, parlava sempre col cuore in mano. Al Milan ci ha fatto fare il salto di qualità. A Napoli sta provando a cambiare qualcosa, ma è ancora la squadra di Sarri. Loro comprano poco e cambiano poco, non a caso hanno fatto 91 punti

Milan, Gattuso: "Io abituato alla pressione"

Sulla pressione:

Mi reputo la persona più felice al mondo visto che sono alla guida di una grande squadra. La pressione ce l'ho addosso da quando sono nato, la vivo bene. Sono nato settimino, figuriamoci se soffro la pressione. Tanti mi invidiani, io ho voluto questa bicicletta e ora devo pedalare. Possiamo diventare più forti di un anno fa ma serve tempo. Solo con Higuain non si vincono le partite. Sia chiaro, lui è tra i primi 10 al mondo ma noi dobbiamo giocare da squadra e metterlo nelle condizioni di fare tanti gol. A Napoli serviranno coraggio e personalità

Su André Silva, Caldara e Bakayoko:

Lui ha deciso di cambiare maglia ed è stato giusto così, noi volevamo tenerlo. Per l'età che ha e per il tipo di giocatore che era, ho sempre detto fosse importante. Caldara viene da un calcio e da metodi di lavoro diversi rispetto ai nostri e quindi ci vuole del tempo. Lui ha grande mentalità e voglia, umanamente e lavorativamente è una spanna sopra gli altri. Bakayoko mi ha sorpreso per quanto è dinamico, ma può dire la sua anche grazie alla tecnica

Sul dualismo Donnarumma-Reina e su Cutrone:

Ognuno sarà impegnato in una competizione. Gigio può consacrarsi e diventare il portiere più forte al mondo. Se copia l'interpretazione di Reina del ruolo, può riuscirci. Verrà affiancato da un professionista incredibile, con cattiveria agonistica e intelligenza calcistica fuori dal comune . Spero non si faccia "seghe mentali" e faccia movimenti nuovi che ora fatica a fare. Non deve perdere il suo veleno altrimento perde tutto

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.