Cristiano Ronaldo, l'ex preparatore: "È un fenomeno, ecco i suoi segreti"

Giovanni Mauri lo ha seguito al Real Madrid ai tempi di Ancelotti: "Ha un’accelerazione super, da 0 a 34 km/h in pochi secondi e si allena sempre col sorriso".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Classe 1956, Giovanni Mauri è stato per 20 anni l'ombra di Carlo Ancelotti, il suo collaboratore più fidato e assiduo: ovunque andasse, Carletto voleva l'amico Giovanni come preparatore fisico per i suoi giocatori. Una sorta di alter ego, insomma, sostituito solo nell'avventura napoletana dal figlio dell'allenatore di Reggiolo.

Aveva cominciato nel Parma nel 1996, aveva poi saltato la parentesi nella Juventus, ma aveva raggiunto il tecnico al Milan nel 2001 e non l'aveva praticamente più abbandonato: Chelsea, Paris Saint-Germain, Real Madrid e Bayern Monaco. I titoli nazionali e le Champions di Carletto, insomma, portano in calce anche la sua firma.

Al Real Madrid, fra il 2013 e il 2015, la coppia Ancelotti-Mauri ha collezionato 4 trofei: la mitica Décima - la Champions League 2013-14 - un Mondiale per club, una Supercoppa Uefa e una Coppa di Spagna. E in quelle due stagioni Giovanni è stato il preparatore fisico di Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo, l'ex preparatore: "È un fenomeno, ecco i suoi segreti"

Mauri ha svelato, in un'intervista a Tuttosport, i segreti di Cristiano Ronaldo, uno dei 7 Palloni d'oro - anche se lui dice 8, contando anche Paolo Maldini - passati per le sue "grinfie", da Rivaldo a Cannavaro, fino a Kakà, l'ultimo a vincere il trofeo prima che venisse "cannibalizzato" dalla coppia Messi-CR7. Il portoghese ora alla Juventus, racconta Mauri, non ha solo il fisico più potente di tutti, in grado di passare da 0 a 34 km/h in pochi secondi, ma è anche in grado di usare il cervello in modo utile alla preparazione:

Ricordo che una volta mi disse: 'Prof, troppa acqua ammazza le piante'. Considerava i carichi di lavoro troppo pesanti in quel momento e avvertiva che un simile lavoro non faceva bene al suo corpo. Conoscersi è una grande qualità per un giocatore: pure Maldini era così.

RonaldoGetty Images
Dedizione, competitività e buon umore, sono le componenti che non mancano mai negli allenamenti di Cristiano Ronaldo, secondo l'ex preparatore del Real Madrid

Ma se gli allenamenti di Cristiano Ronaldo, un vero fenomeno secondo Mauri, sono sempre così produttivi e performanti, il merito è di un mix vincente composto da dedizione, competitività e buon umore:

Bisognerebbe portare i giovani a vedere i suoi allenamenti: fa tutto col sorriso e non controvoglia come capita a certi ragazzi anche di categorie inferiori. Parliamo di un fuoriclasse che, quando rientravamo da una trasferta alle due di notte, lui si fermava almeno un’ora al centro sportivo per cure terapiche e crioterapia. Oltre a vivere in modo sano, ha una dedizione totale per il recupero fisico.

MauriGetty Images
Giovanni Mauri sulla panchina del Real Madrid insieme a Zidane e Ancelotti

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.