Bayern Monaco, Lewandowski: "Avevo chiesto la cessione, non mi hanno difeso"

L'attaccante polacco confessa di aver pensato al trasferimento: "Sì, ho pensato l'addio. Ma ora il mio cuore è tornato al Bayern Monaco".

271 condivisioni 0 commenti

Share

Poteva andarsese, ha pensato di cambiare aria e ha chiesto persino la cessione. Le strade di Robert Lewandowski e del Bayern Monaco potevano separarsi. L'attaccante polacco è stato a lungo criticato nella passata stagione per non esser risultato decisivo nei momenti clou della stagione, in particolar modo nei quarti e in semifinale di Champions League. 

Questa stagione però è iniziata al meglio con la tripletta rifilata all'Eintracht Francoforte nel 5-0 grazie al quale il Bayern si è aggiudicato la Supercoppa di Germania. Intanto ai microfoni della BILD Lewandowski torna a parlare del momento difficile vissuto solo pochi mesi fa: 

Alla fine della scorsa stagione ho ricevuto troppi attacchi e non mi sono sentito difeso dal club. Mi sono sentito abbandonato. In 2-3 partite fondamentali non ho inciso e all'improvviso tutti hanno iniziato a criticarmi senza che nessuno mi difendesse

Ecco perché il suo agente Zahavi ha chiesto la cessione alla dirigenza bavarese.

In accordo con il mio procuratore - ha continuato Lewandowski - ho reso pubblico il mio malessere. Mi sentivo come se fossi appena arrivato a Monaco, come se fossi solo in credito col Bayern e non avessi fatto nulla di buono. Questi sono i motivi per cui ho pensato al trasferimento

Ora però è tutto cambiato:

Il mio cuore è di nuovo al Bayern Monaco. Qui i tifosi mi vogliono bene, vogliono che resti qui. E comunque assicuro che qualsiasi cosa accada non mi metterò mai contro la società. Adesso non perdo più energie a pensare di andare all'estero

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.