Tottenham: slittano i lavori del nuovo stadio e la FA perde la pazienza

Il club è imbarazzato e secondo il Mail i lavori potrebbero proseguire anche fino a febbraio: il regolamento prevede la possibilità di penalizzazioni in punti.

582 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'attesa è enorme, i tifosi non vedono l'ora di poter toccare con mano e ammirare dall'interno il nuovo tecnologico Tottenham Hotspurs Stadium che sta per essere ultimato, con un ardito e innovativo progetto architettonico, sulle macerie del vecchio White Hart Lane. Ma un primo campanello d'allarme è già suonato nelle scorse settimane.

In un primo tempo, infatti, il club aveva ottenuto senza problemi dalla Federazione inglese di poter disputare a Wembley la prima partita casalinga della Premier League 2018-19, quella vinta il 18 agosto scorso contro il Fulham, 3-1 il risultato. Dopo due trasferte consecutive, poi, i lavori sarebbero finiti in tempo per ospitare il Liverpool il 15 settembre.

Invece ora il nuovo White Hart Lane, come continuano a chiamarlo i tifosi, sta cominciando ad assomigliare a una never ending story: i lavori sono lungi dall'essere completati - pare addirittura che le imprese impegnate stentino a trovare elettricisti competenti - e il Tottenham si è già visto costretto a chiedere Wembley non solo per il match contro i Reds ma pure per quello del 6 ottobre contro il Cardiff.

Tottenham: slittano i lavori del nuovo stadio e la FA perde la pazienza

Fonti londinesi, però, affermano che lo slittamento dei lavori del nuovo stadio del Tottenham potrebbe essere molto più pesante: il Daily Mail, infatti, riferisce che sarebbero destinati a durare addirittura fino a febbraio. Una situazione che sta creando imbarazzo nel club e insofferenza nella FA che sta valutando possibili sanzioni. Il regolamento federale, infatti, prevede diverse forme di penalizzazione che partono da multe, anche salate, ma potrebbero arrivare anche a decretare la perdita di alcuni punti nella classifica di Premier.

La petizione dei tifosi dell'Arsenal

Chi non è per niente in imbarazzo, invece, sono i tifosi dell'Arsenal che, attraverso i social, si sono gettati nell'agone come topi sul formaggio, lanciando in rete anche una petizione, che in breve ha raggiunto cifre a quattro zeri, per chiedere la penalizzazione in graduatoria degli eterni rivali cittadini. L'impressione è che il suono di quel primo campanello d'allarme assomigli tanto a quello che, in atletica, decreta l'ultimo giro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.