Champions League, possibile introduzione del VAR a partire dai quarti

Dopo la riuscita dell'esperimento "mondiale", la moviola in campo potrebbe entrare a far parte della competizione europea già nel corso di questa edizione.

167 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un piccolo, grande segnale di apertura. Uno spiraglio per una tecnologia tutta "europea": l'ipotesi dell'uso del VAR anche in Champions League prende quota. Il campionato di Serie A è stato uno dei capostipiti di questo nuovo sistema, che sta lentamente (e a tratti faticosamente) riscontrando consensi. Da ultimo, il Mondiale in Russia: la FIFA ha detto sì, il calcio internazionale ha fatto i conti con il nuovo sistema di supporto arbitrale. E l'esperimento sembra riuscito.

Se in Italia continuano ad alzarsi polveroni dopo ogni episodio dubbio (siamo pioneri, sì, ma dobbiamo ancora abituarci del tutto), la UEFA da parte sua, secondo quanto riportato dal Times, vorrebbe introdurre il VAR nelle competizioni di sua competenza. Fino a poco tempo fa il divario con la FIFA era ampio, adesso invece le parti sembrano più vicine: la tecnologia può entrare a far parte a tutti gli effetti (anche) della prossima Champions League.

Ci saranno più certezze a partire dalla prossima settimana, quando i vertici della Federazione europea si riuniranno a Montecarlo prima del sorteggio dei gironi. Poi la palla passerà al comitato esecutivo, con l'incontro in programma per la fine di settembre. L'appallo di Andrea Agnelli post Real Madrid-Juventus, quindi, potrebbe essere stato ascoltato. Anche se, in realtà, l'influenza decisiva è stata quella "mondiale".

Il VAR arriva anche in Champions League?Getty Images
Nestor Pitana al VAR durante la finale tra Francia e Croazia

La UEFA fa marcia indietro: sì al VAR in Champions League

Il VAR in Champions League potrebbe diventare realtà già nel corso della stagione 2018/2019: la moviola in campo potrebbe essere introdotta a partire dai quarti di finale, quando (quasi) sicuramente le squadre arrivate fino a quel punto avranno stadi attrezzati per supportare tutto il sistema. Perché, tra le altre cose, gli scarsi mezzi a disposizione di alcune squadre erano uno degli ostacoli (forse il più alto) all'introduzione della tecnologia sui campi europei.

Non finisce qui: a breve è possibile che si aprano anche i discorsi per il VAR agli Europei del 2020, sulla scia di quanto già successo in diversi campionati, nelle varie coppe nazionali, durante in Mondiali. Sulla scia di quanto a breve dovrebbe accadere in Champions League. Sulla scia di quello che è accaduto in Serie A, che continua a lasciarsi dietro una scia di polemiche. Scia dopo scia, comunque, la partita della tecnologia in campo va avanti. E la VAR sta per conquistare un altro territorio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.