Premier League, ultimatum Son: o vince i Giochi asiatici o sarà leva

La stella del Tottenham è chiamata a trascinare la Corea del Sud alla vittoria nei Giochi asiatici per evitare la leva militare.

3k condivisioni 0 commenti

di

Share

Fuga per la vittoria? Il titolo di un film forse troppo abusato per qualsivoglia tipo di paragone calcistico. Qui però non ci sono attori, pur essendoci un protagonista alla ricerca di una via d'uscita dal sistema militare. Il soggetto in questione altri non è che Heung-Min Son, stella del Tottenham e tra i diamanti di tutta la Premier League. L'esterno offensivo è attualmente impegnato ai Giochi asiatici del 2018 con la Corea under-23. Vi chiederete: ma che ci fa uno dei calciatori migliori dell'attuale panorama calcistico in una competizione simile? Semplice, cerca di evitare il servizio di leva.

Tifosi acclamano SonGetty
Dei tifosi della Corea del Sud acclamano Heung-Min Son, dedicandogli anche un mini-striscione.

In Corea del Sud, infatti, tutti gli uomini dai 18 ai 35 anni sono chiamati a prestare servizio per un arco temporale di almeno 21 mesi. Una chiamata alle armi importantissima per tutto lo Stato, e che non risparmia nessuno neanche tra celebrità e personalità sportive. Un concetto fortemente radicato anche in seno alla popolazione, che è tutt'oggi legata a questa tradizione. Ecco, basti pensare che Son avrebbe potuto - con tutta probabilità - evitare la chiamata raggiungendo gli ottavi di finale allo scorso Mondiale russo. Nulla da fare però, con gli asiatici che hanno chiuso il girone F come terzi a pari punti con la Germania ultima in classifica.

Adesso, però, Son è chiamato all'impresa: qualora l'ala militante in Premier League riuscisse a trascinare da vera e propria chioccia i compagni dell'under 23 alla vittoria nei Giochi asiatici, infatti, eviterebbe con tutta probabilità il servizio militare grazie al conseguimento di importanti risultati sportivi. Un'impresa non facile, considerando le difficoltà accusate durante la fase a gironi - chiusa comunque al primo posto in graduatoria - e le restanti quattro partite che separano i sudcoreani dalla finale della manifestazione. E pensare che, nel 2014, l'ex Bayer avrebbe potuto evitare tutto ciò: qualora il club tedesco gli avesse concesso il via libera per partecipare ai Giochi di quattro anni fa, infatti, si sarebbe laureato campione con la sua nazionale evitando questa corsa disperata al nullaosta dello stato.

Premier League, non solo Son: i precedenti in Corea del Sud

Non solo Son però tra i casi più illustri degli sportivi sudcoreani chiamati alle armi. Suscita ancora ilarità, infatti, il caso dell'ex attaccante dell'Arsenal Park Chu-Young: ai tempi della sua permanenza in Premier League, infatti, il centravanti fece veramente di tutto per rispondere negativamente alla chiamata militare, attirandosi addosso le ire dei suoi connazionali. Sta di fatto però che la cosa funzionò, con Park che ottenne un rinvio di 10 anni nell'ormai lontano 2012. Nel 2022 il giocatore avrà ben 37 anni, e per questo sarà ovviamente - salvo diversi accordi con le autorità - fuori dai limiti d'età del corpo armato. Finì bene anche all'ex Manchester United Park-Ji Sung, che riuscì ad evitare la leva grazie al quarto posto finale raggiunto durante il Mondiale casalingo del 2002.

Decisamente peggio è andata, invece, all'ex contendente al titolo pesi piuma UFC Chan-Sung Jung, che nell'ottobre 2014 cominciò suo malgrado il servizio militare pur essendo al tempo uno dei fighter più quotati del panorama delle 145 libbre. Stessa sorte toccherà alla promessa sudcoreana Doo Ho Choi, che nel pieno della sua maturità sportiva - visti i 27 anni recentemente compiuti - mancherà dalle scene per quasi due anni già a partire dagli ultimi mesi di questo 2018. Medesima esperienza anche per il golfista Sang Moon Bae, che abbandonò i campi dal novembre 2015 all'agosto 2017 dopo aver vanamente tentato di ottenere una esenzione dovuta al fatto che risiedeva ormai stabilmente negli USA. Nulla da fare però, con l'obiezione di coscienza che resta un concetto ancora decisamente utopico in Corea del Sud.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.