Calcio, Perù: giocatore dell'Union Kimbiri arrestato in campo

La polizia irrompe in campo durante una partita di Coppa e arresta l'attaccante Montalvo: l'accusa è furto d'identità.

112 condivisioni 0 commenti

Share

Solitamente siamo abituati a delle invasioni di campo da parte di personaggi eccentrici o tifosi a caccia del loro idolo, con conseguente ingresso delle forze dell'ordine per far tornare la situazione alla normalità. Ma questa volta invece, in Perù, la polizia ha fatto irruzione sul campo da gioco per un motivo diverso: arrestare un giocatore. Il fatto è accaduto durante la partita tra Union Kimbiri e Sport Huanta valida per la Copa Perù. 

Al 25' del secondo tempo, con l'Huanta in vantaggio per 2-0, i poliziotti hanno ammanettato Cesar Augusto Vasquez Montalvo, attaccante dell'Union Kimbiri, con l'accusa di falsa identità. Il suo vero nome sarebbe in realtà José Anthony Larrain Contreras e per un biennio avrebbe giocato in diverse squadre sotto finte generalità. 

Alla fine la partita si è conclusa con il ritiro dell'Union Kimbiri e l'automatico passaggio dei padroni di casa al turno successivo. Ma prima di arrivare a questo è stato il diverbio tra i due allenatori ad aumentare la tensione. Sì, perché il tecnico dell'Union Kimbiri voleva sostituire Montalvo, mentre per quello dello Sport Huanta non era possibile. Ha avuto ragione ques'ultimo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.