Joe Cortez: "McGregor? Bravo, ma Tyson lo avrebbe decapitato"

Il settantaquattrenne ufficiale di gara si complimenta con l'irlandese per il match contro Mayweather, dandolo però per spacciato contro altri pugili del passato.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Joe Cortez promuove Conor McGregor, ma con riserva. L'ormai ex arbitro, ritiratosi nel 2012, si è infatti complimentato con Notorius per l'ottima figura fatta in occasione dell'ormai noto Money Match contro mister 50-0 Floyd Mayweather. Attraverso una intervista a Marca, l'arbitro di origini ispaniche ha però chiarito come di fronte ad un altro pugile, vedi Mike Tyson, l'irlandese avrebbe sicuramente passato un quarto d'ora peggiore.

Quando ho incontrato McGregor credevo non avesse alcuna possibilità contro Floyd. Poi, però, ho visto che stava crescendo bene: aveva un talento naturale e una buona condizione, unite ad uno stile strano che poteva confondere Mayweather come poi accaduto durante i primi tre round. Certo, avesse combattuto contro un Tyson gli avrebbe staccato la testa, ma alla fine non abbiamo certo assistito alla pagliacciata che tutti si aspettavano.

Affermazione decisamente fuori luogo ed insensata in realtà quella dell'ex arbitro - che vanta anche un apparizione in Rocky Balboa -, considerando i quasi trenta chili di differenza tra Iron Mike e l'irlandese. Cortez, che si è ritirato dall'arbitraggio nel settembre 2012, è stata una figura fondamentale nel camp di McGregor: proprio lui, infatti, ha istruito l'ex campione pesi piuma e leggeri UFC su quello che è il regolamento della nobile arte. Lo stesso ex ufficiale di gara ha assistito in prima persona ai KO del combattente di Dublino ai danni di Paul Malignaggi che tanto hanno fatto discutere un anno fa.

Sta di fatto però che McGregor pare aver chiuso definitivamente con il mondo della boxe, così come lo stesso Mayweather sembra aver perso interesse nell'eventuale transizione ventilata un paio di mesi fa. Non si ha notizia, infatti, dei presunti allenamenti con Tyron Woodley pronti a cominciare nel giugno scorso. Che Money abbia già abbandonato l'ipotesi di una transizione lampo nelle mixed martial arts?

McGregor e Tyson: Cortez su Iron Mike

Cortez che è noto non soltanto per i tanti match arbitrati, ma anche per quella speciale amicizia nata con Mike Tyson quando quest'ultimo era ancora un ragazzino. L'arbitro statunitense, ex Golden Glove dal 1960 al 1962, ha svelato anche qualche retroscena legato all'infanzia del boxeur più chiacchierato nella transizione tra i due secoli e del suo matrimonio con Robin Givens.

Ho conosciuto Mike quando aveva 13 anni, e lui ricorda ancora quel giorno asserendo che gli diedi un buon consiglio. Fortuna che oggi non dobbiamo più mantenere le distanze: Tyson dice che sono stato come un padre. Ricordo quando mi informò della sua volontà di sposare Robin Givens, ed io gli dissi che era troppo presto e che doveva pensare alla boxe. Non mi ha dato retta, però.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.