Premier League, Hazard chiarisce: "Per ora sto al Chelsea, poi chissà"

L'esterno belga non rinnega la voglia di provare una nuova esperienza, ma conferma la sua permanenza a Londra almeno per questa sessione estiva.

322 condivisioni 0 commenti

di

Share

Eden Hazard resta al Chelsea. Il fantasista belga non dimentica i mal di pancia manifestati durante le scorse settimane, quando le ottime performance al Mondiale russo lo avevano nuovamente portato ad ascoltare le sirene del Real Madrid, ma punta comunque a confermarsi ancora protagonista in Premier League. Una scelta ben precisa, che potrebbe però rivelarsi a breve termine: già nel corso delle prossime sessioni di calciomercato, infatti, l'ex Lille consumerà con tutta probabilità quell'addio a Londra ormai ventilato da almeno un biennio.

Hazard, che ha disputato una mezzora abbondante dopo l'esordio stagionale in Premier League - con i 15 minuti scarsi messi in cascina contro l'Huddersfield -, è stato l'uomo capace di spaccare il derby con l'Arsenal grazie alle sue fiammate, nonostante l'autonomia limitata figlia del ritardo di preparazione post-Mondiale. Una gara, quella tra i Blues e i Gunners, ricca di gol e spettacolo e conclusasi con il 3-2 siglato da Marcos Alonso proprio su un assist di un Hazard bravissimo a saltare il diretto marcatore sulla sinistra e ad incunearsi servendo l'accorrente ex Fiorentina.

Nel post-partita spazio ad una riflessione sul proprio futuro, con EH10 che ha chiarito come la sua volontà sia quella di continuare in Premier League almeno nell'immediato, anche se permane la necessità di provare una nuova esperienza al di fuori dei confini della Terra d'Albione.

Tutti sanno cosa ho detto durante il Mondiale, ma io sono felice qui e non ho intenzione di tornare nuovamente sull'argomento. Sono state dette tante cose sul mio conto, ma per adesso sto bene ed ho ancora due anni di contratto col Chelsea. Lasciare Londra in questa sessione estiva? Non credo. In Inghilterra il mercato è chiuso e quindi il club non potrebbe neanche sostituirmi. I tifosi mi amano, ed io sto bene dove sto. Poi, tra un anno o due, si vedrà.

Premier League: Hazard è funzionale al gioco di Sarri?

Le due panchine consecutive in campionato di Eden Hazard sono ovviamente figlie della necessità di ritrovare una condizione accettabile nell'arco dei 90 minuti da parte del giocatore. In tanti, però, si sono chiesti se il belga potrebbe essere realmente funzionale al gioco del mister ex Napoli. In quel caso la risposta è sì: un calciatore come Hazard, d'altronde, ha già fatto e farebbe la fortuna di tutti gli allenatori, e questo Sarri lo sa bene. Tuttavia, l'impiantistica del tecnico italiano lo ha già portato ad addottare alcune minuziosità tattiche non indifferenti.

Prima tra tutti, nonché la più evidente, è il ruolo di Pedro. L'esterno iberico, perennemente in uscita prima di adesso, pare essere il classico tornante offensivo a tutta fascia che crea superiorità numerica sia in fase offensiva - con le varie transizioni - che soprattutto in ripiegamento. Importante anche il ruolo di mezzala con licenza d'offendere cucito a Barkley: l'ex Everton, in alcune manovre, ha letteralmente galleggiato tra le due linee ricoprendo anche il ruolo di rifinitore - seppur decentrato -, risultando decisivo ai fini della creazione di diverse occasioni. Unica nota negativa, forse, gli esterni difensivi troppo bloccati, e questo a prescindere dall'ottimo inserimento di Alonso. L'aver rilanciato Morata, però, ha già fatto entrare il Sarrismo nel cuore dei tifosi Blues e anche in quello molto volubile di Roman Abramovich.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.