MLS, Ibrahimovic fermato... dal sintetico: "Campo vergognoso"

Zlatan si rifiuta di giocare e i Los Angeles Galaxy perdono nella trasferta di Seattle contro i Sounders. Lo svedese furioso per le condizioni del terreno di gioco.

702 condivisioni 0 commenti

di

Share

Trovare un difensore che possa realmente metterlo in difficoltà, nonostante i suoi 37 anni da compiere a ottobre, è impresa ardua nella MLS. Zlatan Ibrahimovic ha trovato però degli avversari comunque ostici nel campionato statunitense, in grado addirittura di non farlo scendere in campo.

Non indossano scarpini, né hanno i parastinchi. Sono semplicemente quei "maledetti" terreni di gioco in sintetico, che per un calciatore come lui, che deve per forza di cose salvaguardare il suo fisico, possono tramutarsi in qualcosa di molto pericoloso.

Per questo Ibrahimovic ha scelto di non aiutare i suoi Los Angeles Galaxy nella trasferta a Seattle sul campo dei Sounders, come del resto era successo anche lo scorso luglio nell'analoga situazione nel Gillette Stadium dei New England Revolution. E il risultato finale di ieri è stata una sconfitta, pesantissima, per 5-0. Forse con Zlatan in campo sarebbe finita in modo diverso, questo non si potrà mai sapere.

MLS, Ibrahimovic fermato dal campo sintetico

Di certo lo svedese ha preso una decisione che scatenerà un bel po' di rumore negli Stati Uniti, perché i campi sintetici potrebbero rovinare gli investimenti fatti dai club per calciatori del calibro di Ibrahimovic. Così, l'ex Manchester United, ha commentato la sua decisione, dimostrandosi alieno da concessioni o compromessi sull'argomento: 

Penso che sia una vergogna giocare sul campo sintetico, perché il calcio non è stato pensato per correre su superfici del genere. Per ora ho provato soltanto una volta a scendere su terreni di gioco così, a Portland per dieci minuti. È stata la peggior esperienza a livello di campo della mia carriera. Questo è tutto

Non si è ovviamente permesso di contraddirlo il suo allenatore, il tedesco Sigi Schmid. Convinto però che la chiusura di Zlatan a scendere in campo su terreni sintetici non sia così categorica:

Ha preferito non scendere in campo perché non era una partita da dentro o fuori. Ma se dovesse succedere di nuovo ai playoff, sono sicuro che non esiterà a correre sul sintetico

Questo si vedrà. Intanto il dibattito negli Stati Uniti e nella MLS è iniziato. Le parole di Ibra riescono sempre a fare molto rumore.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.