Il "sacrificio spirituale" della madre e gli incesti: N'Zigou si confessa

L'ex giocatore del Nantes si racconta in un'intervista: "Sono arrivato a un momento della vita in cui mi sento di dire tutto".

L'ex calciatore N'Zigou si confessa Getty Images

408 condivisioni 0 commenti

Share

Ha giocato dal 2001 al 2005 al Nantes, poi è passato al Reims dove è rimasto fino al 2010. Parliamo di Shiva Star N'Zigou, ex attaccante gabonese il cui nome vi dirà poco o niente. Classe 1978, è stato il più giovane giocatore a esordire e segnare in Coppa d'Africa: il debutto è arrivato all'età di 16 anni e 93 giorni, il gol nella sconfitta per 1-3 contro il Sud Africa datata 2000.

Ma nelle ultime ore non è grazie alle sua carriera calcistica che si è tornato a parlare di lui. A dargli un'improvvisa popolarità è stata l'intervista rilasciata alla televisione TV2Vie a cui N'Zigou ha affidato racconti choc sulla sua vita: 

Sono arrivato a un punto della mia vita in cui mi sento di dire tutto e confessare che mia madre è stata uccisa in una sorta di "sacrificio spirituale". Doveva servire a far decollare la mia carriera da calciatore ad alti livelli. Per questo chiedo perdono al Signore anche se ormai è inutile

Ma non è tutto:

Nella mia vita ho avuto anche relazioni incestuose. Quando ero piccolo ho avuto rapporti sessuali con mia zia e con mia sorella. Ho avuto un rapporto anche con un mio amico, mentre con un altro ho avuto una lunga relazione

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.