Vázquez rinnega l'Italia: "Grazie a Dio posso giocare con l'Argentina"

Il giocatore del Siviglia annuncia il "tradimento" di nazionale e il suo ritorno a vestire la maglia dell'Albiceleste dopo due presenze con gli Azzurri nel 2015.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Nel calcio d'oggi può capitare anche questo. Che un giocatore con due presenze nella nazionale italiana possa decidere di cambiare strada (tornare su quella principale, in realtà) e vestire la divisa di un'altra selezione, quella argentina. È quello che farà Franco Vázquez, ex giocatore del Palermo oggi al Siviglia. Già, uno degli oriundi dell'Italia guidata all'epoca da Antonio Conte.

Era il 2015 e l'argentino con cittadinanza italiana per via della madre, di Padova, aveva scelto di rispondere "sì" alle sei convocazioni azzurre. In quattro di queste, quelle contro Bulgaria, Croazia, Malta e ancora Bulgaria, valide per le qualificazioni agli Europei 2016, "El Mudo" era rimasto sempre in panchina.

Aveva giocato però due spezzoni di partita nelle amichevoli con Inghilterra e Portogallo (rispettivamente 31 e 30 minuti). Un'ora piena da giocatore italiano, insomma, che evidentemente non ha fatto scoccare la scintilla. Dopo qualche mese, infatti, Franco Vázquez aveva già cambiato idea, spiegando di sentirsi argentino e di sperare in una convocazione dell'Albiceleste, sfruttando la possibilità che viene concessa a chi è munito di più passaporti, cioè di vestire la maglia di un'altra Nazionale, a patto di non aver disputato nemmeno un minuto in partite ufficiali con quella precedente.

Italia, Franco Vázquez, al centro, con la tuta degli azzurriGetty Image
Franco Vázquez, al centro, con la tuta dell'Italia

Vázquez, dall'Italia all'Argentina

Dopo due anni d'attesa, adesso, il calciatore del Siviglia ha raggiunto il suo obiettivo, perché il ct Lionel Scaloni ha deciso di convocarlo e farlo tornare a casa. E l'ormai "ex italiano", non ha avuto problemi - nel corso della sua intervista a TyC Sport - nel manifestare la sua gioia e rinnegare il recente passato:

Ho parlato con il ct Scaloni e mi ha parlato della possibilità di essere convocato. L’ho ringraziato. Qualche anno fa ho giocato con la nazionale italiana perché è il paese di mia madre, ma grazie a Dio ora ho la possibilità di vestire la maglia dell’Albiceleste. Mi sono sempre sentito argentino.

Vázquez spiega anche il motivo per il quale scelse di vestire la maglia dell'Italia nel 2015:

Quando ho avuto l’opportunità di giocare con gli azzurri, l’allenatore dell’Argentina mi aveva chiuso la porta. E visto che una Nazionale importante come l’Italia mi aveva chiamato, decisi di accettare.

Praticamente l'Italia era stato un ripiego. Ce ne faremo comunque una ragione. D'altronde nel calcio d'oggi può capitare anche questo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.