Diamond League a Birmingham, Lyles: "Sogno di correre i 100m in 9.41"

Intensa giornata di conferenze stampa alla vigilia dell’ultimo meeting di qualificazione per le finali della IAAF Diamond League di Zurigo e di Bruxelles.

Lyles Getty

20 condivisioni 0 commenti

di

Share

Noah Lyles, Dina Asher Smith, Zharnel Hughes, Sandi Morris e Katarina Johnson Thompson sono state le stelle presentate alla stampa alla vigilia del Muller Birmingham Grand Prix, terzultimo appuntamento della IAAF Diamond League in programma Sabato pomeriggio all’Alexander Stadium.

Gli atleti hanno risposto alle domande di Geoff Wightman, presentatore e speaker dei meeting di atletica britannici e padre di Jake Wightman, medaglia di bronzo sui 1500 metri agli ultimi Campionati Europei di Berlino.

Noah Lyles, primatista mondiale stagionale sui 100 metri e sui 200 metri con 9”88 e 19”65, si sta proponendo sempre di più come l’erede del grande Usain Bolt e il nuovo showman delle piste.

Sono un piacere per gli occhi, un uomo con un futuro così lucente da accecare i vostri occhi ! Ho iniziato la stagione con l’obiettivo di diventare il dominatore. Voglio essere lo sprinter che la gente identifica come l’uomo da battere. La gente non mi ha ancora visto correre molti 100 metri quest’anno. Voglio dimostrare di non essere soltanto un duecentista. Ho sognato di poter correre in 9”41. Non è un obiettivo per quest’anno ma per il futuro. Per ora dovrò lavorare sulla partenza. Ho avuto l’occasione di seguire in televisione gli Europei di Berlino e sono rimasto impressionato dal livello delle gare molto simile a quello di un campionato del mondo.

LylesGetty

Il presentatore Geoff Wightman ha paragonato Lyles al cantante Jay-Z. Il velocista statunitense ha risposto di sentirsi piuttosto come un giovane Kanye. Lyles affronterà il campione del mondiale indoor dei 60 metri Christian Coleman e il neo campione europeo Zharnel Hughes.

Hughes, sprinter britannico originario di Anguilla ma residente in Giamaica, è stato soprannominato “Il Pilota” dal suo ex compagno di allenamenti Usain Bolt. Il neo campione europeo ha infatti la licenza di pilota ed è pronto a volare anche sulla pista dell’Alexander Stadium di Birmingham. Zharnel Hughes:

Volo da oltre un anno sopra i cieli della Giamaica. Ho sempre avuto una passione fin da quando avevo 16 anni ma mia madre non voleva. Quando ho compiuto 21 anni ho preso il brevetto di volo.

Hughes ha stabilito il record personale sui 100 metri correndo in 9”91 arrivando a quattro centesimi di secondo dal record britannico detenuto da Linford Christie.

Non sento alcuna pressione. Sono concentrato per fare bene e per continuare a correre forte come ho fatto in tutta la stagione. Il campo di partenti è molto competitivo. E’ una grande competizione e questo significa avere la garanzia di grandi tempi. A Berlino ha funzionato tutto alla perfezione. E’ stato un campionato organizzato molto bene da ogni punto di vista. Lo stadio era sempre pieno. La pista era molto veloce. Il sostegno dei fans britannici è stato straordinario. Durante il giro d’onore ho visto tante bandiere britanniche. Desidero ringraziare tutti per il sostegno che mi ha permesso di realizzare delle ottime performance.

Ci sarà grande attesa per la neo campionessa agli Europei di atletica dei 100 e dei 200 metri Dina Asher Smith, che detiene i migliori tempi mondiali dell’anno con 10”85 e 21”89 realizzati sulla pista dell’Olympiastadion di Berlino. La gara dei 200 metri presenta un cast straordinario comprendente Shaunae Miller Uibo, Marie Josée Ta Lou, Dafne Schippers, Shericka Jackson, Jenna Prandini e Gabby Thomas. Dina Asher Smith:  

Sono davvero eccitata. I tempi realizzati a Berlino mi hanno soddisfatto molto. Dopo Berlino ho ricevuto molti messaggi di gente che voleva congratularsi con me. Nella seconda parte della stagione voglio divertirmi. E’ quasi una finale olimpica. Shaunae Miller ha corso i 400 metri in 48”97 a Montecarlo e dovrò superarmi per batterla. Non voglio deludere il pubblico di casa. Si tratta di correre al meglio delle mie possibilità. Prima di finire la stagione correrò i 100 metri a Zurigo e alla Continental Cup di Ostrava. E’ stato un anno molto lungo con i Giochi del Commonwealth e gli Europei.

Katarina Johnson Thompson ha vinto il titolo mondiale indoor del pentathlon nella sua ultima gara disputata a Birmingham. In questa stagione la specialista delle prove multiple di Liverpool ha vinto anche il titolo del Commonwealth e l’argento agli Europei di atletica a Berlino nell’eptathon. Sulla pedana dell’Alexander Stadium KJT affronterà nel salto in lungo la leader mondiale stagionale Lorraine Ugen e la campionessa europea Malaika Mihambo.

È un campo di partenti molto competitivo. Ho l’ottava misura tra le iscritte con 6.70m ma amo gareggiare in competizioni di questo tipo. Sono un’eptatleta e non sono sorpresa di essere accreditata con l’ottava misura ma chissà cosa potrà succedere.

Sandi Morris arriva nella città delle West Midlands pochi giorni dopo aver superato 4.95m nel salto con l’asta a Greenville. Nella città delle West Midlands ha conquistato il titolo mondiale indoor con la stessa misura. La statunitense è la terza astista della storia ad aver superato i 5.00 metri dopo Yelena Isinbayeva (5.06m) e Jenn Suhr (5.03m).

Saranno presenti tutte. Ci sono astiste con un personale da 4.90m. Sono motivata dall’obiettivo di tornare a saltare di nuovo 5.00 metri. E’ l’anno giusto per superare questa misura.

Dopo Birmingham Morris gareggerà ancora a Zurigo e alla Continental Cup di Ostrava. Durante la conferenza stagionale l’astista statunitense ha parlato della sua passione per gli animali.

La gente vuole sempre parlare della mia passione per gli animali esotici. Possiedo due cani, quattro lucertole e tre serpenti. Amo parlare dei miei animali.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.