Liga, il presidente Tebas: "PSG, Inter e Juve truccano il mercato"

Il massimo dirigente della Lega spagnola attacca: "Ci sono dei club-Stato che usano metodi strani. I nerazzurri non hanno soldi ma poi cercano Modric..."

3k condivisioni 0 commenti

Share

A poche ore dalla chiusura del calciomercato in Italia, arriva un attacco molto pesante nei confronti dei club di Serie A da parte di una figura molto importante: il presidente della Liga, Javier Tebas.

In una sessione in cui la Liga ha perso alcune delle sue figure più importanti, da Zidane a quel Cristiano Ronaldo che ha deciso di approdare alla Juventus, il massimo dirigente della lega calcistica spagnola critica alcuni club che "drogano" il mercato.

In questi anni se ne sono andati Mourinho, Guardiola, Zidane. E ora vanno via anche giocatori come Cristiano Ronaldo, bisognerebbe capire come mai ci sono club-Stato che truccano il mercato.

Il riferimento di Tebas è a società come Juventus, Inter e Paris Saint-Germain, colpevoli a suo dire di utilizzare dei metodi poco corretti sul calciomercato che rendono difficile la vita delle squadre della Liga.

Mi riferisco al PSG, alla Juventus ma anche all'Inter. Non credo abbiano soldi ma poi offrono tantissimo per alcuni giocatori.

Il presidente della Liga è un fiume in piena e attacca il club nerazzurro per l'operazione Modric, che a quanto pare porterà il Real Madrid stesso a denunciare la società milanese direttamente alla FIFA.

L'offerta per Modric deve nascondere dei trucchi, come l'affare Neymar-PSG. Queste cose destabilizzano il mercato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.