Harrison e Little stelle indiscusse dei NACAC Championships di Toronto

Le due ostacoliste dominano l'edizione canadese dei campionati del Nord e del Centro America e dell'area caraibica.

Kendra Harrison Getty

10 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Varsity Stadium di Toronto ha ospitato i NACAC Championships che hanno visto la partecipazione di 40 medagliati olimpici e mondiali di atletica.

Le ostacoliste Kendra Harrison e Shamier Little sono state le protagoniste dell’edizione dei NACAC Championships di Toronto (Campionati del Nord e del Centro America e dell’area caraibica).

La primatista mondiale dei 100m ostacoli e campionessa iridata dei 60 ostacoli Kendra Harrison ha vinto in 12”55 migliorando il record dei Campionati stabilito in semifinale con 12”66. La giamaicana Danielle Williams (campionessa del mondo a Pechino 2015) si è classificata seconda in 12”67 precedendo la costaricense Andrea Vargas (12”91) e Queen Harrison (12”93). Kendra Harrison:

Sono venuta qui per rappresentare il mio paese e ho conquistato il successo. Sono grata per aver potuto godere di questo momento.

Kendra HarrisonKendra Harrison

Atletica, recap dei NACAC Championships di Toronto

La campionessa statunitense dei 200 metri Jenna Prandini si è aggiudicata la finale dei 100 metri femminili in 10”96 battendo la giamaicana Jonielle Smith (fresca vincitrice dei CAC Games), seconda in 11”07. La due volte campionessa NCAA Shelly Ann Fraser Pryce si è classificata quinta in 11”18.

La statunitense Shamier Little (vice campionessa mondiale a Pechino) ha stabilito il secondo miglior tempo mondiale dell’anno sui 400 ostacoli femminili con 53”32 battendo la vincitrice dei Giochi del Commonwealth Janieve Russell della Giamaica (53”81) e la vincitrice dell’ultima edizione del Golden Gala Georganne Moline (54”26).

La statunitense Katie Nageotte si è aggiudicata una grande gara di salto con l’asta femminile con 4.75m davanti alla cubana Yarisley Silva (4.70m) e alla campionessa mondiale indoor Sandi Morris (4.65m). Il campione e primatista mondiale under 18 Jordan Diaz ha dominato il salto triplo maschile con 16.83m. In una buona gara di salto in lungo maschile Marquis Dendy si è imposto per cinque centimetri sul giamaicano Gayle con 8.29m.

Kyron McMaster ha vinto il primo titolo per le Isole Vergini Britanniche in questa manifestazione di atletica aggiudicandosi i 400 ostacoli in 48”18 precedendo il giamaicano Annsert Whyte (48”91).

Non ho eseguito la gara come avrei voluto ma ho corso per la vittoria. Le Isole Vergini non hanno molti atleti di grande livello e per questo sono contento di aver fatto qualcosa di buono per il mio paese.

La medaglia di bronzo iridata Ajee Wilson e la giamaicana Natye Goule sono scese sotto la barriera dell’1’58” in un ottimo 800 metri fermando il cronometro rispettivamente in 1’57”52 e in 1’57”95.

Il trinidegno Kyle Greaux ha battuto a sorpresa il canadese Aaron Brown sui 200 metri per sette centesimi di secondo stabilendo il record dei Campionati con 20”11. La giamaicana Shericka Jackson si è imposta di stretta misura sulla canadese Crystal Emmanuel per tre centesimi di secondo sui 200 metri in 22”64.

Shanieka Ricketts ha battuto la statunitense Tori Franklin nel salto triplo con 14.25m

La Giamaica ha vinto cinque altri titoli con Hansle Parchment sui 110 ostacoli in 13”28, con Frances Dacres nel lancio del disco maschile con 68.47m davanti al connazionale Traves Smickle (65.46m), con Stephanie Ann McPherson sui 400 metri femminili in 51”15, con Tyquendo Tracey sui 100 metri maschili in 10”03 davanti a Kendal Williams e con Damish Gaye sui 400 metri in 45”47 davanti al grenadino Bralon Taplin e al costaricense Nery Brenes.

I lanci hanno fatto registrare il buon 21.68m dello statunitense Darrell Hill nel getto del peso e la migliore prestazione su suolo canadese della statunitense Deanna Price nel lancio del martello con 74.60m e il 61.97m della cubana Yaimé Perez nel lancio del disco femminile. La portacolori di Santa Lucia Laverne Spencer ha stabilito il record della manifestazione nel salto in alto con 1.91 prima di sbagliare tre prove a 1.94m.

I padroni di casa del Canada hanno vinto la 4x100 maschile in 38”56, mentre gli Stati Uniti hanno vinto la 4x100 femminile in 42”50 e le due staffette 4x400 in 3’00”60 in campo maschile e in 3’26”08 nella gara femminile.

Stettino: Vittorie per le campionesse europee di Berlino Swiety e Pryshchepa

La polacca Justyna Swiety, campionessa europea dei 400 metri e della staffetta 4x400, ha vinto sul giro di pista in 51”81 al meeting di Stettino, primo appuntamento dopo gli Europei di Berlino.

L’ucraina Nataliya Pryshchepa, due volte campionessa negli Europei di atletica di Amsterdam 2016 e di Berlino 2018, si è imposta sugli 800 metri in 1’59”91. Il polacco Piotr Lisek, vice campione mondiale a Londra 2017 e quarto classificato agli Europei di Berlino con 5.90m, si è aggiudicato il salto con l’asta maschile con 5.80m precedendo il connazionale Pawel Wojciechowski (5.70m) e Shawn Barber (5.60m).

Il neo campione europeo del getto del peso Michal Haratyk ha superato la barriera dei 21 metri nel getto del peso con 21.08m precedendo il portoghese Francisco Belo (20.86m).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.