Delusione e arroganza: Emre Mor si fa fotografare su un trono

Il turco ex Borussia Dortmund ha fallito ovunque è andato nonostante venga considerato un grande talento, ma sui social si atteggia a superstar.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

C'era una volta un grande talento. Un giocatore in grado di far sognare i tifosi, l'oggetto del desiderio di molte società. Emre Mor era uno dei talenti più richiesti dai migliori club d'Europa. Per prenderlo dal Nordsjaelland il Borussia Dortmund nel 2016, a soli 18 anni, pagò 10 milioni. Tanti, nell'era pre-Neymar. Con i gialloneri però Mor ha deluso terribilmente.

Quando si è scontrato con la qualità del campionato tedesco e ha capito che non sarebbe stato facile imporsi, Emre Mor si è innervosito. Troppo spesso ha abboccato alle provocazioni degli avversari: contro l’Hertha Berlino è perfino stato espulso per uno spintone plateale a Langkamp. Da quel momento ha trovato sempre meno spazio (12 presenze in Bundesliga), ma nessuno ha mai dubitato di lui e del suo talento.

Mancino naturale, Emre Mor preferisce giocare come esterno d’estro d’attacco per rientrare e calciare in porta. Il suo punto forte sono i dribbling, agevolato in questo dal baricentro basso (è alto 1,68 e in Turchia lo paragonano a Messi). Col tempo però si è spento. Prima in Germania, poi, dopo aver deluso in Bundesliga, ha fatto male anche in Liga con il Celta Vigo: appena un gol, solo quattro le presenze dal primo minuto.

7️⃣

A post shared by Emre Mor (@emre.mor9) on

Emre Mor, l'arroganza di un talento che non esplode

Un anno fa Mor sembrava vicinissimo all'Inter, segno che in Europa sono tanti i club che credono nel suo talento. Il turco però non ha mai mantenuto le promesse. Basti pensare che, a gennaio 2017, quando per la prima volta si è parlato del suo addio al Dortmund, ha detto:

Voglio lasciare il Borussia da superstar del calcio. È ancora presto, ma il mio sogno è arrivare al Real Madrid. Sappiate che io punto molto, molto in alto.

Emre Mor in azione con il Celta VigoGetty
Emre Mor in azione con il Celta Vigo

In realtà è finito al Celta Vigo ed ha fatto panchina pure lì. Eppure Emre Mor continua a sentirsi una superstar, al punto che sui social ha pubblicato una foto nella quale è seduto su un trono in oro con la scritta "Emre Mor" sullo schienale. Una foto da vip, da superstar, quale Mor si sente. Anche se sul campo non ha ancora dimostrato nulla. Questo però è il calcio di oggi, è l'era moderna. Quando basta poco per sentirsi speciali. E pazienza se quella storia su quel talento che incantava l'Europa si è interrotta improvvisamente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.