UEFA Europa League, i risultati del terzo turno di qualificazione

Nelle gare di ritorno dell'ultimo turno valido per accedere agli spareggi della competizione succede di tutto: grandi rimonte, gol, conferme e clamorose sorprese.

Il Burnley festeggia il gol della vittoria contro il Basaksehir Getty Images

299 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si sono giocate oggi le gare valide per il ritorno del terzo turno di qualificazione dell'Europa League 2018/2019, competizione UEFA che è dichiaratamente la "sorella minore" della più rinomata Champions League ma che risulta quasi altrettanto affascinante e che, soprattutto, regala continuamente sorprese.

Non sono mancati anche in questo turno risultati sorprendenti, gare emozionanti e ricche di gol e eliminazioni eccellenti, a conferma del fatto che mentre la Champions si avvia a diventare sempre più una sorta di "Super Lega", l'Europa League mantiene quasi del tutto inalterato, già da queste battute iniziali, il fascino dei vecchi format delle coppe internazionali.

72 squadre, provenienti da ogni angolo di Europa, sono scese in campo quest'oggi in 36 partite ricche di emozioni: tra esse realtà molto rinomate, vecchie nobili decadute, società che da tempo dettano legge nei rispettivi campionati e club quasi completamente sconosciuti. Dentro o fuori, chi ha avuto la meglio?

UEFA Europa League, i risultati del terzo turno di qualificazione

Dopo il netto 4-1 dell'andata in Israele, l'Atalanta centra gli spareggi regolando l'Hapoel Haifa nel ritorno a Bergamo con un 2-0 firmato da Zapata e Cornelius, mentre anche il Bordeaux non ha problemi a risolvere la pratica Mariupol con un 2-1 in Francia dopo essersi imposto anche all'andata. Notevole il 5-0 (tripletta del macedone Trickovski) con cui l'AEK Larnaca fa fuori senza appello gli austriaci dello Sturm Graz.

Un successo netto, quello dei ciprioti, tanto quanto quello dell'Olimpia Lubiana in Finlandia sul campo dell'HJK (4-1 dopo il 3-0 dell'andata) e dei rumeni del Cluj sugli armeni dell'Alashkert, vittoriosi con un complessivo di 7-0. Spiccano le eliminazioni degli olandesi del Vitesse e del Feyenoord: i primi sono eliminati dal Basilea, i secondi dal Trencin dopo una clamorosa sconfitta 4-0 all'andata e l'1-1 del ritorno.

Avanti anche nobili realtà come i Rangers di Glasgow guidati da Steven Gerrard, Olympiacos, Rapid Vienna e FCSB - nuovo nome della gloriosa Steatua Bucarest - e solide certezze come RB Lipsia e Siviglia, che travolge 5-0 lo Zalgiris dopo il risicato 1-0 dell'andata. Supera il turno anche il Burnley di Sean Dyche, che si impone sugli ostici turchi dell'Istanbul Basaksehir: un doppio 0-0 tra andata e ritorno manda le squadre ai supplementari, dove gli inglesi riescono a trovare il gol che vale la qualificazione agli spareggi con Jack Cork.

Il Burnley 2018/2019Getty Images
Il Burnley di Sean Dyche accede agli spareggi dopo aver eliminato i turchi dell'Istanbul Basaksehir.

I belgi del Genk e del Gent sfidavano rispettivamente i polacchi del Lech Poznan e dello Jagiellonia: entrambi i club della Jupiler Pro League passano il turno nettamente, mentre la Polonia piange anche l'eliminazione del Legia Varsavia, clamorosamente superato dai lussemburghesti del Dudelange. Il Besiktas cade 2-1 a Linz trovando solo nel finale (con Negredo, ex-Siviglia, City e Valencia) il gol che gli permette di passare in virtù della regola dei gol in trasferta. Eliminata anche la Dynamo Brest, club bielorusso noto per aver annunciato Diego Maradona come presidente e crollato all'andata di fronte ai ciprioti dell'Apollon.

Il risultato più clamoroso della giornata è senza alcun dubbio il passaggio del turno dello Zenit di San Pietroburgo: i russi guidati da Semak, dopo essere stati sconfitti 4-0 all'andata in casa della Dinamo Minsk, si impongono con un netto 8-1 al ritorno. Le reti dell'ex-Roma Paredes, di Noboa e una doppietta di Dzyuba portano la gara ai supplementari, dove gli ospiti si illudono di passare andando a segno con Yahaya e trovandosi pure con un uomo in più in seguito all'espulsione proprio di Paredes. Ma i russi sono capaci di segnare comunque ben 4 gol (ancora Dzyuba, Driussi e una doppietta di Mak) e di centrare così la qualificazione.

  • AEK Larnaca v Sturm Graz = 5-0 (2-0)
  • APOEL v Hapoel Beer Sheva = 3-1 (2-2)
  • Atalanta v Hapoel Haifa = 2-0 (4-1)
  • Basilea v Vitesse = 1-0 (1-0)
  • Bordeaux v Mariupol = 2-1 (3-1)
  • Braga v Zorya = 2-2 (1-1)
  • Brondby v Spartak Subotica = 2-1 (2-0)
  • Burnley v Istanbul Basaksehir = 1-0 d.t.s. (0-0)
  • CFR Cluj v Alashkert = 5-0 (2-0)
  • Copenaghen v CSKA Sofia = 2-1 (2-1)
  • Dynamo Brest v Apollon = 1-0 (0-4)
  • Dudelange v Legia Varsavia = 2-2 (2-1)
  • FCSB v Hajduk Spalato = 2-1 (0-0)
  • Feyenoord v Trencin = 1-1 (0-4)
  • FK Kukesi v Torpedo Kutaisi = 2-0 (2-5)
  • Gent v Jagiellonia = 3-1 (1-0)
  • HJK v Olimpia Lubiana = 1-4 (0-3)
  • Kairat v Sigma Olomuc = 1-2 (0-2)
  • LASK v Besiktas = 2-1 (0-1)
  • Lech Poznan v Genk = 1-2 (0-2)
  • Lucerna v Olympiacos = 1-3 (0-4)
  • Maccabi Tel-Aviv v Pyunik = 2-1 (0-0)
  • Maribor v Rangers = 0-0 (1-3)
  • Midtjylland v The New Saints = 3-1 (2-0)
  • Molde v Hibernian = 3-0 (0-0)
  • Partizan v Nordsjaelland = 3-2 (2-1)
  • Progres v UFA = 2-2 (1-2)
  • Rapid Vienna v Slovan Bratislava = 4-0 (1-2)
  • Rijeka v Sarpsborg = 0-1 (1-1)
  • Rosenborg v Cork = 3-0 (2-0)
  • Suduva v Spartaks Jurmala = 0-0 (1-0)
  • Universitatea Craiova v RB Lipsia = 1-1 (1-3)
  • Valur v Sheriff = 2-1 (1-1)
  • Zalgiris v Siviglia = 0-5 (0-1)
  • Zenit v Dinamo Minsk = 8-1 d.t.s. (0-4)
  • Zrinjski Mostar v Ludogorets = 1-1 (0-1)

* tra parentesi i risultati dell'andata. Besiktas, Sheriff e Zorya si qualificano in virtù della regola dei gol in trasferta.

I seguenti club parteciperanno dunque agli spareggi validi per determinare le squadre che prenderanno parte alla fase a gironi dell'Europa League 2018/2019 andando ad aggiungersi a quelle già qualificati come Lazio e Milan:

  • AEK Larnaca
  • APOEL
  • Apollon
  • Astana*
  • Atalanta
  • Basilea
  • Besiktas
  • Bordeaux
  • Brondby
  • Burnley
  • Celtic*
  • CFR Cluj
  • Copenaghen
  • Dudelange
  • FCSB
  • Genk
  • Gent
  • Ludogorets
  • Maccabi Tel-Aviv
  • Malmo*
  • Midtjylland
  • Molde
  • Olimpia Lubiana
  • Olympiacos
  • Partizan
  • Qarabag*
  • Rangers
  • Rapid Vienna
  • RB Lipsia
  • Rosenborg
  • Sarpsborg
  • Sheriff
  • Sigma Olomuc
  • Siviglia
  • Skendija*
  • Spartak Trnava*
  • Suduva
  • Torpedo Kutaisi
  • Trencin
  • UFA
  • Zenit
  • Zorya

* eliminate dai preliminari di Champions League

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.