Simeone, è qui la festa: settimo titolo da allenatore dell'Atletico Madrid

I Colchoneros finalmente battono i rivali del Real in campo europeo. Bruciano ancora le sconfitte nelle finali di Champions League del 2014 e del 2016, ma il Cholo non si arrende mai.

Atletico Madrid, le vittorie di Simeone in 8 anni da Colchoneros Getty Images

439 condivisioni 0 commenti

di

Share

Vincere una finale è sempre una gioia, farlo contro la rivale per eccellenza è puro spettacolo. Festeggia a gran voce l’Atletico Madrid dopo il 4-2 rifilato al Real in finale di Supercoppa europea. Inizia nel migliore dei modi la stagione della squadra di Simeone: l’argentino esulta così per il suo settimo titolo in otto stagioni. 

Finalmente il Cholo celebra una vittoria contro i Blancos. Una Supercoppa Europea non cancella le due sconfitte nelle finali di Champions League del 2014 e del 2016, ma addolcisce quei ricordi, li rende meno dolorosi. Due macchie nella sua carriera che lo hanno fatto titubare sul prosieguo la sua avventura all’Atletico. Poi il cuore, il sentimento, ha avuto la meglio. Giusto così.

Simeone è ad oggi l’allenatore più vincente della storia dell’Atletico Madrid. In bacheca ha messo 2 Europa League, 2 Supercoppe europee, una Liga, una Coppa del Re e una Supercoppa spagnola. Curriculum niente male.

Atletico Madrid, Simeone in Supercoppa con GodinGetty Images
Atletico Madrid, Simeone in Supercoppa fa i complimenti a Godin

Simeone, il simbolo dell’Atletico Madrid

Quando vince è scatenato, quando perde lo è lo stesso. Prendere o lasciare, questo è Diego Pablo Simeone, l’allenatore più vincente della storia dell’Atletico Madrid. A Tallinn ha fatto il leone in gabbia, confinato in tribuna per squalifica. Giù al campo, ecco il vice e amico Burgos, uno che mastica lo stesso calcio del Cholo. Funziona. Tre successi su tre finali in questa competizione, i Colchoneros non sbagliano mai: vittorie contro Inter, Chelsea e, appunto, Real Madrid.

Quelle finali perse

È la prima volta che la squadra dei rojiblancos vince una finale contro il Real Madrid in campo europeo. Così Simeone pare soddisfatto, vantandosi di aver battuto i rivali in tutte le competizioni: 4 partite di Liga, ottavi e finale di Coppa del Re e in Supercoppa di Spagna. Se guarda indietro però, vede ancora gli spettri di quelle due finali di Champions League perse.

Nel 2014, a Lisbona, il sogno di trionfare è lì, ad un passo. Il gol di Godin al 36’ basta e avanza. Poi nei minuti di recupero, quando tutto sembra ormai fatto, ecco la rete di Sergio Ramos. Una botta emotiva che stende Simeone e tutto l’Atletico: nei supplementari Bale, Marcelo e Cristiano Ronaldo fissano il risultato sull’incredibile e inaspettato 4-1.

Atletico Madrid, Simeone con il vice Burgos in finale nel 2016Getty Images
Atletico Madrid, Simeone con il vice Burgos nella finale di Champions del 2016

Due anni dopo, a San Siro, va di scena un’altra finale tra le due squadre di Madrid. La maledizione continua: fa festa il Real ai rigori (5-3) dopo l’1-1 nel tempo regolamentare. Prima Ramos, poi Carrasco. Nei supplementari nulla di fatto. Dagli undici metri Juanfran sbaglia, Ronaldo no. Qui Simeone pensa di lasciare, poi il passo indietro. Si va avanti con il cuore nonostante la testa sia piena di delusione. La vittoria in Supercoppa spezza l’anatema: l’Atletico Madrid, in finale, sa anche vincere contro il Real. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.