Calciomercato Juventus, tutti i retroscena dell'affare Cristiano Ronaldo

A svelare com'è nata e si è evoluta nei dettagli la trattativa che ha reso reale il "colpo del secolo" è il quotidiano Tuttosport, che racconta come tutto sia nato da un gol meraviglioso e da una standing ovation.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

L'acquisto di Cristiano Ronaldo è stato non solo il colpo più importante del calciomercato Juventus 2018/2019, ma un vero e proprio evento epocale che ha sconvolto l'intero panorama calcistico mondiale. Il giocatore più forte al mondo, Pallone d'Oro e campione d'Europa in carica, ha infatti lasciato il Real Madrid dopo 9 stagioni - condite da 438 partite, 450 gol e un'infinità di trofei - per vestire la casacca bianconera e recitare un ruolo da protagonista nella Serie A, evento che in pochi avrebbero creduto davvero possibile.

Eppure, quando lo scorso 10 luglio gli uomini del calciomercato Juventus hanno annunciato con orgoglio la conclusione ufficiale della trattativa che ha portato Cristiano Ronaldo in Italia è stato chiaro che il sogno è diventato realtà: per 100 milioni di euro i bianconeri hanno concretizzato una trattativa che molti fino all'ultimo definivano impossibile, portando il club di Torino a compiere quel definitivo salto verso una dimensione da top club europeo sorprendendo il mondo intero.

Un affare, quello legato al cosiddetto "colpo del secolo", che l'edizione odierna di Tuttosport svela in tutti i suoi retroscena. Una trattativa che nella realtà dei fatti si è svolta in assoluta semplicità e che è nata dalla volontà del campione di cambiare aria e dallo splendido gol in rovesciata segnato proprio ai bianconeri nell'andata dei quarti di finale della scorsa Champions League, quando a Torino CR7 stese la Juventus con un gesto tecnico straordinario a cui seguì l'inattesa standing ovation dello Stadium.

Cristiano Ronaldo gol in rovesciata contro la JuventusGetty Images
Lo straordinario gol in rovesciata con cui Cristiano Ronaldo ha steso la Juventus in Champions League: la trattativa per portarlo in bianconero è nata in quelle ore.

Calciomercato Juventus, tutti i retroscena dell'affare Cristiano Ronaldo

Fu proprio in quell'occasione che il campione, sorpreso da tanta stima e tanto rispetto, confessò che un giorno avrebbe voluto vestire la maglia della Juve. Fu proprio quella sera che nacque ufficiosamente la trattativa che poi sarebbe diventata reale lo scorso 10 luglio, con Paratici e Marotta - responsabili del calciomercato Juventus - messi a conoscenza del desiderio del giocatore di vestire la maglia bianconera da parte del suo agente, Jorge Mendes.

Cristiano Ronaldo meditava già allora l'addio al Real Madrid: dopo 9 anni e un numero incredibile di gol e vittorie, in rotta con il fisco spagnolo e con un club che non intendeva concedergli un nuovo aumento di stipendio - segnale colto come mancanza di stima nei suoi confronti - il portoghese non aveva più stimoli e aveva chiesto e ottenuto dal presidente dei blancos Florentino Perez di potersi liberare per una clausola "morale" pari a 100 milioni di euro.

Un affare per tutti, anche per il Real, che certo non poteva permettersi di trattenere un giocatore poco motivato e così costoso e che del resto doveva qualcosa a CR7 per i tanti anni di successi in cui il portoghese era stato assoluto protagonista. Ecco così che Perez aveva accettato le condizioni del campione, con Mendes che a stretto giro di posta ha contattato la Juventus per rendere noto che la trattativa impossibile era diventata improvvisamente possibile. 

A quel punto tutto è andato come doveva andare: la Juventus ha presentato la sua offerta, pari a 100 milioni di euro, Mendes e Ronaldo hanno ricordato a Perez della promessa fatta a suo tempo e quest'ultimo non si è rimangiato la parola data, acconsentendo così di fatto alla partenza del portoghese in direzione Torino, Serie A, dove domenica contro il Chievo farà il suo esordio in bianconero in una stagione che lo vedrà tentare di trascinare il club da sette anni campione d'Italia alla vittoria di quella Champions League che ormai è un'ossessione per la Vecchia Signora e che adesso, con il fenomeno portoghese, non sembra più così irraggiungibile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.