MMA, Dana White: "McGregor tra i fighter più sottovalutati di sempre"

L'esternazione un po' a sorpresa del presidente della promotion di arti marziali miste più importante al mondo

Conor McGregor side kick Conor McGregor official Twitter

413 condivisioni 0 commenti

di

Share

Conor McGregor è uno dei fighter più sottovalutati dell'intera UFC. Sì, è una frase reale, pronunciata non da una persona qualunque, bensì da un uomo che conosce decisamente bene Notorius. Questo individuo corrisponde al nome di Dana White, e ai microfoni di UFC Unfiltered ha così definito l'irlandese più famoso della storia delle MMA moderne.

Sicuramente è una cosa divertente da dire se rapportata allo star power di McGregor, ma penso si tratti di uno dei fighter più sottovalutati di tutta la UFC. Ogni volta che Conor si trova di fronte a qualche nuovo avversario, che sia un wrestler oppure altro, lo si dà sempre per spacciato. Ha detto che avrebbe steso José Aldo in un determinato modo al primo round, e quello ha fatto. Un sacco di gente, poi, lo vedeva perdente contro Alvarez per via del suo wrestling, e si è visto come è finita. Con Mendes, idem, e quando poi è finito giù anche lui tutti hanno cominciato a parlare di un Chad a corto di tempo per allenarsi in vista del match.

Un'affermazione che potrebbe sembrare ardita, se consideriamo quantomeno i risultati economici ottenuti dal combattente di Dublino all'interno dell'ottagono più famoso delle MMA. Eppure, c'è effettivamente chi ha sempre provato a gettare un lenzuolo rattoppato con dubbi e perplessità sulle capacità di McGregor, che ricordiamo è riuscito a laurearsi campione contemporaneamente in due divisioni - piuma e leggeri - sia in Cage Warriors che, più recentemente, in UFC. Gli scalpi di Max Holloway, Dustin Poirier, Dennis Siver, Chad Mendes, José Aldo, Nate Diaz ed Eddie Alvarez sono la prova più evidente di come i meriti sportivi siano senza dubbio lodevoli, al pari di quelli imprenditoriali.

Vota anche tu!

MMA: chi vincerà tra Khabib Nurmagomedov e Conor McGregor?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

McGregor affronterà, al rientro dopo quasi due anni di lontananza dalle MMA, un Khabib Nurmagomedov ora diventato campione al posto suo. Un po' uno scherzo del destino se si pensa allo stato delle cose in quel di UFC 205, con il combattente di Dublino che conquistava la cintura delle 155 libbre e il daghestano che invece sconfiggeva Michael Johnson dopo averlo percosso duramente col suo poderoso ground and pound. In quell'incontro, però, The Eagle mise in mostra un mento forse troppo esposto, e che potrebbe andare a nozze con il fantastico counterstriking di un Notorius che però dovrà guardarsi dai takedown e dall'asfissiante wrestling votato al sambo dell'avversario.

MMA: è già guerra social tra McGregor e Khabib

Sui social, intanto, Khabib Nurmagomedov e Conor McGregor hanno già cominciato a darsi battaglia: l'irlandese, postando una foto che lo ritrae intento a svolgere una seduta di sparring, si paragona - forse incautamente - a Bruce Lee. Va un po' peggio però in casa Nurmagomedov, con papà Abdulmanap che chiarisce come vi fossero almeno sei fighter, di cui tre sotto la sua ala protettrice, nettamente più forti del rappresentante dell'SBG al tempo in cui era campione.

I nomi in questione sarebbero quelli di Islam Makhachev, Rustam Khabilov e, ovviamente, Khabib Nurmagomedov. Se per l'ultimo però il paragone pare essere quantomeno accostabile, per i primi due Mister Abdulmanap pare aver esagerato con l'autopromozione. Ingeneroso, infatti, paragonare due fighter molto buoni ad un campionissimo che tanto ha già dimostrato nel corso della sua carriera nelle mixed martial arts.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.