Lazio, qualcosa non va. I nuovi acquisti arrancano e c'è nervosismo

Inzaghi deve risolvere ancora qualche problema prima dell'inizio del campionato. La difesa balla troppo e in attacco Caicedo fatica a raggiungere il livello dei compagni.

La Lazio ha ancora alcuni problemi da risolvere prima dell'inizio del campionato Getty

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Calma e razionalità. Il calcio d'estate non conta, non sono importanti i risultati e forse non lo sono nemmeno le prestazioni: la premessa di partenza è questa. Alcune indicazioni sono comunque importanti. La Lazio ieri ha perso in amichevole con il Borussia Dortmund. Una sconfitta per 1-0 contro una squadra che gioca in Champions League ci sta, a maggior ragione d'estate, ma un campanello d'allarme è comunque suonato.

La Lazio ieri è sembrata sulle gambe, il Borussia Dortmund ha dominato il gioco anche perché i biancocelesti non avevano la forza di pressare. Anche questo, in piena estate, è un problema accettabile, ma nelle prime due giornate di campionato il calendario mette la squadra di Inzaghi subito di fronte a Napoli (in casa) e Juventus (in trasferta). Senza condizione si rischia la falsa partenza.

Poi ci sono altri problemi, quelli un po' più preoccupanti. La Lazio ieri è sembrata estremamente nervosa: lo è stata in campo, lo è stata fuori. Segno evidentemente che i giocatori si sentono un po' sulle gambe, e anche il futuro di Milinkovic Savic, ancora in bilico, può creare qualche tensione.

Vota anche tu!

La Lazio riuscirà a confermarsi sui livelli della passata stagione?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Lazio, qualcosa non va: la sconfitta col Borussia Dortmund preoccupa

Ci sono poi i problemi della passata stagione, quelli per i quali i biancocelesti hanno mancato l'accesso alla Champions League (anche se a Formello lamentano anche diversi torti arbitrali). La difesa troppo ballerina (3 gol subiti contro Arsenal e Dortmund), l'attacco che, quando non segna Immobile, appare spuntato. Caicedo non convince, non lo ha mai fatto, gli errori nella gara di Crotone (penultima di campionato, in caso di vittoria la Lazio sarebbe arrivata matematicamente in Champions League) pesano ancora. Tira poco in porta, non rende negli scambi stretti con Milinkovic e Luis Alberto, e spesso rallenta il gioco. Lì servirebbe ancora qualcosa.

Inzaghi pensierosoGetty
Inzaghi pensieroso

La difesa, molto criticata anche nella passata stagione, non è stata migliorata: perso De Vrij la Lazio ha puntato su Acerbi. Per il resto (fra titolari e panchinari) non è cambiato nulla, probabilmente si doveva fare di più. Badelj ieri non è riuscito a prendere per mano la squadra, ma è diventato un giocatore biancoceleste appena due settimane fa, quindi è giusto dargli tempo. Durmisi invece deve dare e fare di più: il Borussia Dortmund lo saltava sistematicamente con i cambi di gioco, e in fase difensiva ha sofferto tantissimo. Quando attaccava e raggiungeva il fondo, si fermava e ripartiva da dietro scaricando la palla a qualche compagno. Serve maggiore coraggio, oltre a calma e razionalità. Perché è vero che il calcio d'estate non conta molto, ma ieri la Lazio non ha convinto. E allora Inzaghi deve capire quali, eventualmente, sono i problemi da risolvere. Magari chiedendo un ultimo aiuto a Lotito e Tare sul mercato...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.